Agnelli: «Financial Fair Play trasparente è essenziale per tutti»

agnelli
© foto www.imagephotoagency.it

Agnelli: il presidente della Juventus presente al convegno “Financial Fair Play, does it matter?”: ecco le sue parole

Andrea Agnelli ha partecipato al convegno “Financial Fair Play, does it matter?”, organizzato all’Università Bocconi di Milano. Il presidente della Juventus, che ricopre la più alta carica anche dell’Eca ha parlato del Financial Fair Play e del concetto di brand.

FINANCIAL FAIR PLAY – «Nel 2012 la UEFA ha iniziato a pensare come salvaguardare i conti dei club. Nel corso degli anni con il FFP ha limitato le spese, spesso più grandi degli introiti, perciò ecco che ha posto un occhio di riguardo sui bilanci. Il club pensa a quanti anni siano necessari per vincere, ma la regolamentazione è importante, le sanzioni sono importanti allo stesso modo. Adesso dobbiamo solo capire come evolvere ulteriormente per il bene dei club europei e per un calcio più equo. Oggi il FFP è una regola uguale per tutti. Uno standard al quale fare riferimento. La trasparenza è essenziale anche per i piccoli club e le piccole leghe».

CLUB COME BRAND – «Le possibilità dipendono dal mercato locale, dal livello dei broadcaster che in alcuni Paesi è ridicolo. Serve un lavoro collettivo per essere vendibili e appetibili al mercato mondiale. Il solo modo che abbiamo è crescere su più livelli. Se sei un brand globale, avrai anche un audience globale. Occorre reinvestire dalle plusvalenze su altri aspetti societari, migliorare l’immagine, renderla omogenea di modo che superi agevolmente le barriere continentali».