Allegri: «Su Pjanic mi sono addormentato, ora aspettiamo la matematica»

Massimiliano Allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match del San Paolo tra bianconeri e Napoli

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky al termine del match tra i bianconeri ed il Napoli. Il tecnico toscano ha analizzato la prestazione dei suoi uomini.

SECONDO TEMPO – «Nel secondo tempo mi sono addormentato. Dovevo togliere Pjanic. Dopo la seconda ammonizione abbiamo perso ordine e loro hanno preso forza. Abbiamo subito un rigore e Insigne ha sbagliato».

RONALDO-MERET – «Espulsione di Meret è giusta da regolamento, poi l’arbitro ha deciso così e in altri episodi ha deciso diversamente. Noi abbiamo sbagliato diverse scelte di passaggio. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, poi nel secondo tempo ci siamo un pochino abbassati».

SCUDETTO – «+16 con gli scontri diretti a vantaggio èi mportante, ma per la matematica bisogna aspettare».

FUTURO «Ci siederemo e parleremo dell’anno prossimo. Io sono contento di restare alla Juve ma dobbiamo essere in due. Ora dobbiamo essere concentrati su quello che dobbiamo fare».

ATLETICO – «Se non recupera Douglas ho questi giocatori. Bisognerà essere lucidi. Potremmo anche fare 3 gol negli ultimi 20 minuti. Bernardeschi sta bene ma deve sbagliare meno. Troppe scelte di passaggi sbagliati per le sue qualità».

SCORIE – «Dobbiamo essere più spensierati, qualità e tecnica ci sono».

SOFFERNZA – «La squadra ha saputo soffrire, dobbiamo fare meglio in alcune situazioni. Quando è entrato Dybala ha tenuto un paio di palle e siamo migliorati. In quel momento, per un po’, ho preferito portarla avanti sulla fase difensiva. Sul gol c’è stato un’incomprensione tra Chiellini e Szczesny».

VERTICALIZZAZIONI SUBITE – «Su queste palle bisogna essere più reattivi, ma con l’Atletico era difficile per Bonucci. In questa col Napoli Cancelo deve venire dentro».

BERNARDESCHI – «Messo dietro ai loro centrocampisti per provare a sviluppare su Ronaldo e su Mandzukic. Dopo il vantaggio siamo rimastiin dieci e l’ho spostato da una parte».

SOCIAL – «Sono uscito ed è successo il pandemonio. I social sono utili ma se vengono in mano a tutti è un disastro».

Il tecnico livornese ha poi aggiunto a Juventus Tv: «Emre Can ha fatto bella prestazione, ha fatto gol e sta crescendo. È un giocatore importante di livello europeo.Essere a 72 dopo 25 partite era quasi impossibile. Son stati i bravi ragazzi, ci manca ancora la matematica però. Sono orgoglioso dei ragazzi, vittoria fondamentale».