Bernardeschi, è tempo di diventare grande: ora deve prendersi la Juve

squalifica bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

Federico Bernardeschi deve diventare grande: l’esterno bianconero è ad una stagione di svolta. Adesso è tempo del salto definitivo

È una stagione di svolta per la carriera di Federico Bernardeschi. L’esterno bianconero, in questo inizio di campionato in campo solo 7 minuti contro il Parma, deve fare il salto definitivo. A 25 anni, infatti, non è più tempo di annate di transizione: adesso il numero 33 deve prendersi la Juve una volta per tutte e per farlo c’è bisogno di sfruttare al massimo le occasioni che Sarri deciderà di concedergli.

Dopo la gara con l’Atletico Madrid, in cui l’esterno ha mostrato tutte le sue qualità e la sua intelligenza tattica, c’è stata un’involuzione. Tante prestazioni sulla sufficienza e niente più per il bianconero, che adesso deve tornare a far vedere quello che ha messo in campo contro i Colchoneros. Sarri crede in lui, lo ha elogiato spesso, ma adesso non è più tempo di scherzare.

Anche in azzurro, Bernardeschi, non ha sfruttato bene la chance concessa da Mancini. Nella sfida con la Nazionale contro l’Armenia è partito dal 1′, mostrando qualche buono spunto e niente più. In quella che sarebbe stata una buona occasione per mettersi in mostra, l’esterno d’attacco ha deluso le aspettative, guadagnandosi una sufficienza stirata.

Questa è la stagione giusta per diventare grande, nonostante il 33 si trovi davanti un mostro sacro come Douglas Costa, che ha iniziato la stagione in quarta. Tutto, però, è nelle sue mani: dovrà far bene ogni volta che Sarri lo butterà nella mischia, per prendersi una volta per tutte la Juve.