Bologna Juve: Dybala e Bernardeschi dialogano bene a destra

dybala
© foto www.imagephotoagency.it

I dialoghi tra Dybala e Bernardeschi a destra stanno facendo la differenza in Bologna-Juve. Hanno consentito di superare la pressione avversaria

Contro Milan e Napoli, la Juve aveva sbattuto contro il bunker centrale eretto dall’ avversario: l’elevata supremazia territoriale non si era tradotta in pericolosità offensiva. Il Bologna ha un’indole diversa. E’ una squadra molto più aggressiva e spregiudicata, che pressa in avanti. Se nelle gare precedenti i ripetuti attacchi avevano portato a poco, per ora la Juve ha avuto il merito di mostrare cinismo nelle circostanze in cui si è proposta in avanti.

Non tutto infatti ha funzionato per il meglio. La pressione alta ha dato qualche problema, con i felsinei che hanno consolidato tante volte il possesso (Sarri si è spesso lamentato dell’eccessiva lontananza tra punte e mediana). Inoltre, i centrocampisti juventini hanno sofferto l’intensità di quelli del Bologna, che accorciavano spesso su di loro. Si sono persi diversi palloni in mezzo al campo.

Oltre alle prestazioni di Bonucci e De Ligt (che ben stanno contenendo le offensive del Bologna), spicca la gara di Dybala e Bernardeschi. Oltre ad aver confezionato il gol con una giocata di pregevole fattura, si sono rivelati risorse importanti nel far risalire la squadra con il pallone. L’ex Fiorentina dà ampiezza a destra, mentre la Joya svaria a tutto campo. In diverse situazioni, Dybala arretrava molto la propria posizione, defilandosi a destra addirittura qualche metro prima di Bernardeschi. Questo movimento ha messo spesso in crisi le marcature rivali, con fraseggi di qualità tra i due che hanno consentito di superare la pressione felsinea.

Condividi