Bonucci: «Che onore aver raggiunto Del Piero. In campo ci divertiamo»

bonucci
© foto www.imagephotoagency.it

Leonardo Bonucci parla dopo la vittoria con la Nazionale contro la Finlandia, nella quale ha raggiunto Del Piero come presenze

Dopo aver vinto con la Nazionale contro la Finlandia e aver raggiunto Del Piero nella lista delle presenze di sempre in azzurro, Leonardo Bonucci parla così in mixed zone.

ITALIA «È un gioco entusiasmante, che diverte anche noi che stiamo in campo. È normale che a volte possiamo concedere qualche contropiede giocando tanto avanti, ma ci divertiamo e questo è l’importante».

LIMITI«Sappiamo che ogni squadra ha dei limiti, noi dobbiamo essere bravi a non metterli in evidenza. Il pericolo è dietro l’angolo quando ci esponiamo alle ripartenze, quello può essere un nostro limite. Dobbiamo essere bravi a non perdere palle facili ed essere bravi a metterci in campo in maniera giusta per non subire».

REAZIONE DOPO IL GOL«È un segnale di grande squadra che sa qual è la propria forza, continuiamo a macinare occasioni anche dopo aver preso gol e questo credo che sia merito del mister».

TOP 10 CON DEL PIERO«È importante, è un grande orgoglio essere accanto ad Alex. Adesso ci sarà qualcun altro da andare a prendere e mi auguro di cominciare a farlo già dal prossimo raduno. Quando ho iniziato a giocare da bambino era un sogno».

ITALIA GRECIA«Sarà fondamentale l’approccio dei tifosi che per noi sono sempre l’arma in più, anche stasera sono stati fantastici. Ci aspettiamo un grande pubblico a Roma per fare un grande risultato».

POLEMICHE POST ARMENIA«Non devo dire niente, sono cose di campo, che succedono. Tra l’altro nemmeno ci pensavo in quel momento che l’avversario era già ammonito. Avevo subito un’apertura di sopracciglio, ero più in difesa di quello che cercare il resto. Poi sono cose di campo, mi dispiace si sia creata questa polemica. La accetto, guardo avanti e faccio parlare il campo. Non è un caso se sono arrivati a 91 presenze in Nazionale. Ho sempre fatto il mio aiutando la squadra e tutto il gruppo che è qui».

JUVE«Più siamo meglio è, ci sono tante partite e ci sarà bisogno di tutti».