Borriello: «Alla Juve c’è poca passione: è come entrare in fabbrica»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante bianconero torna sui suoi trascorsi bianconeri. Le parole di Marco Borrielllo tra Napoli e Juventus

Intervistato da Radio Marte, Marco Borriello ha parlato del dualismo Juve-Napoli nel campionato corrente. Le sue parole: «La Juventus si rinforza ogni anno, mentre Ancelotti ha avuto qualche difficoltà inizialmente, ma poi ha preso in mano la situazione e le ultime partite del Napoli sono state bellissime. C’è fiducia nel futuro anche perché la squadra è forte. Al di là dei singoli, la squadra funziona ed è un piacere vederla giocare. Manca la ciliegina sulla torta e quindi un Higuain o un Ronaldo, magari la società si attrezzerà. Ancelotti fa sentire tutti vivi e anche a Napoli sta dando spazio a tutti e questo e’ un valore aggiunto per il club».

L’ex attaccante bianconero, oggi all’Ibiza, ha poi rimembrato i suoi trascorsi a Torino: «Alla Juve sono stato solo sei mesi ma ho vinto uno scudetto e ho conosciuto persone fantastiche. Lì è come entrare in fabbrica, ognuno rispetta il suo ruolo e il clima è rigido, ma vincente e alla fine nel calcio conta vincere. In altre piazze ho riscontrato più passione».

Infine una battuta sul capocannoniere della Serie A, quel Piatek già finito sul taccuino di Fabio Paratici: «È in un momento di grazia. È in massima fiducia e appena prende la palla trova la porta. Sono passati solo due mesi dall’inizio del campionato, per cui le qualità le ha. Aspettiamo ancora un po’ per valutarlo, ma mi pare abbia fame e fisico e le premesse per essere un grande bomber ci sono tutte».

Articolo precedente
tifosi juveChiusura Curva Sud, il Movimento Consumatori: «Juve pensi ai rimborsi»
Prossimo articolo
Sara GamaJuventus Women, le convocate di Rita Guarino per la Supercoppa: c’è Gama