Connettiti con noi

Hanno Detto

Bruno Alves: «Ronaldo resta alla Juve per l’ultimo assalto alla Champions»

Pubblicato

su

Bruno Alves parla del futuro di Cristiano Ronaldo: ecco le dichiarazioni del difensore sulle ultime vicende

Bruno Alves dice la sua sul futuro di Cristiano Ronaldo. Le dichiarazioni su Tuttosport.

RONALDO «Mi ha chiamato lui nelle scorse settimane per capire come mai avessi risolto dopo neanche un mese il contratto con il Famalicão. Cristiano mi ha detto di continuare a giocare e di non chiudere la mia carriera così». 

CONTINUARE A 40 ANNI «Sì. Infatti sto aspettando un progetto che mi convinca. Alla mia età devi avvertire fiducia da parte del club. Io sono pronto a partire subito, mi sto allenando bene e sono super motivato. Fisico e testa sono fondamentali per giocare ancora. In Italia mi sono trovato benissimo, perché no? Ma sono aperto tutto. L’unica cosa che voglio è giocare perché non posso chiudere la mia carriera con la retrocessione di Parma». 

FUTURO RONALDO –  «Non ho parlato di queste cose con lui. La mia sensazione è che alla fine resterà alla Juve perché ha ancora qualcosa da fare: come rivincere lo scudetto e tentare un ultimo assalto alla Champions League. Cristiano ha sempre voglia di dimostrare, è un vincente nato». 

POLEMICA SOCIAL  «Si creano sempre grandi rumors attorno a lui e spesso sono privi di fondamento. Semplicemente ha chiesto un po’ di rispetto». 

MESSI PSG«Cristiano pensa a se stesso, non a Messi e gli altri giocatori». 

STAGIONE RONALDO –  «Quello che conosciamo tutti: un fenomeno da 30-40 gol garantiti, anche a 36 anni. Cris è un campione, un vincente e fa sempre cose straordinarie, però ha bisogno che la squadra lo supporti. Non si può pensare che basti solo lui. Di cosa ha bisogno? Di occasioni, di palle-gol in area, dove è micidiale: quello è il suo marchio. Ma Cristiano è devastante anche a campo aperto, con un lancio dalla difesa va in porta». 

KULUSEVSKI«Kulusevski è in una fase di maturazione, però fidatevi di me: in carriera ho visto pochi giovani come lui. Anche se un conto è Parma e un altro è la Juventus. Ma una volta che si sarà ambientato al massimo, vedrete che in bianconero farà ancora meglio che al Parma perché accanto a sé avrà maggiore qualità».