Connettiti con noi

Hanno Detto

Bucciantini: «Juve più debole di quella di Pirlo, gli avversari lo sanno»

Pubblicato

su

Marco Bucciantini ha fatto un’analisi della situazione della Juve e di Allegri dopo il ko con il Sassuolo. Le dichiarazioni

La sconfitta della Juve contro il Sassuolo lascia i bianconeri a meno 13 da Napoli e Milan in vetta alla classifica.

L’opinionista Marco Bucciantini, intervenuto a Sky Sport, ha analizzato la delicata situazione della squadra di Allegri.

CAOS JUVE – «La Juve ha bisogno di un temporale e di una scena di sole, ha bisogno di raccontarsi in un altro modo e di una visione che vada al di là di quanto successo al 95’. Non è giusto parlare di scudetto, la Juve di quella rimonta (del 2016 ndr) era un’altra squadra. I difensori erano questi, ma meno logori, a centrocampo c’erano giocatori campioni del mondo, in atttacco tante possibilità. Questa squadra non è debole, ma deve capire come mettere in campo i cinque centrocampisti e i quattro attaccanti comprati negli ultimi due anni, deve capire come esaltarli. Tra questi 9 acquisti degli ultimi due anni qualcuno non c’entra molto, non possono essere titolari. La Juve deve smettere di parlare di episodi e di classifica, ma deve migliorare nel gioco. Non ha più l’inerzia che aveva prima con cui vinceva 15 partite di fila, lo sanno anche gli avversari. Il Sassuolo non è stato dominato dalla Juve, voleva vincerla, si è messa lì e ha fatto un gol. Questa Juve è imparagonabile rispetto alle altre, è più debole di quella di Pirlo, è in discesa».