Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Cagliari Juve: non solo Bellanova. 9 intrecci di mercato tra passato, presente e futuro

Pubblicato

su

Cagliari Juve nel segno anche del mercato: 9 intrecci tra passato, presente e futuro tra i due club avversari

Da una parte la lotta salvezza, dall’altra quella per la zona Champions: due correnti diametralmente opposte muovono Cagliari e Juve all’Unipol Domus, tessendo una trama ora più che mai fondamentale per gli obiettivi delle due squadre, a 7 partite dalla fine della stagione. Accantonando per un attimo il valore simbolico della sfida, le due squadre sono intrecciate anche dalle storie di diversi giocatori, che tra passato, presente e futuro hanno percorso (o rischiato di percorrere) gli oltre 700 chilometri che separano Torino da Cagliari.

Cagliari Juve: TUTTI gli intrecci di mercato

Passato. Cominciamo da quello più recente innanzitutto. Gennaio 2022, Juventus scatenata sul mercato. Dopo Vlahovic e Zakaria, a poche ore dal gong finale, la dirigenza getta le basi per il terzo colpo di “riparazione”: Nahitan Nandez. Fitti colloqui col Cagliari per trovare un accordo negli ultimi giorni, ma senza fumata bianca. L’affare salta per diversi motivi: formula (la Juve lo voleva in prestito, il Cagliari voleva inserire un diritto/obbligo di riscatto), pedine di scambio (non c’è stata intesa sulle contropartite da inserire nell’affare). Nandez è rimasto al Cagliari, anche se l’infortunio gli farà saltare l’incrocio con i bianconeri.

Piccolo salto nel passato ora. Se Rugani e Pellegrini sono due ex della partita (16 presenze, 1 gol e 1 assist per il primo da gennaio a giugno 2021, 36 totali e 1 assist per il secondo nel biennio 2018-2020), chi poteva diventare rossoblù è Kaio Jorge. Come detto, il brasiliano era tra gli indiziati a rientrare nell’operazione Nandez, andando così a trovare continuità in Sardegna da gennaio in poi. Il 2002 ha preferito però rimanere a Torino per giocarsi le proprie chances, anche se l’infortunio (8 mesi di stop) ha frenato la sua crescita.

Nel gennaio 2014, la Juventus acquistò metà del cartellino di Edoardo Goldaniga (50%) in compartecipazione con il Palermo, lasciandolo in prestito al Pisa. Tante esperienze in giro per l’Italia per il difensore, che a Torino non ha mai avuto nessuna occasione per esprimersi. Juve attenta ai giovani anche con Matteo Lovato, rivelazione del Verona di Juric lo scorso anno. Paratici mise gli occhi su di lui, senza però affondare mai il colpo. A spuntarla è stato proprio il Cagliari in estate. L’ultimo incrocio risale al gennaio 2021, quando la Vecchia Signora era alla ricerca di una prima punta di peso per rinforzare il proprio attacco. Si fece anche il nome di Leonardo Pavoletti, presente nella lista della dirigenza: le valutazioni, però, portarono all’avanzamento di Kulusevski sulla linea degli attaccanti, con la Juve che alla fine decise di non intervenire in quella zona di campo.

Presente e futuro. Il nome più caldo è quello di Raoul Bellanova. Il terzino è un’autentica sorpresa di questa Serie A: il Cagliari in estate dovrà decidere se riscattare il suo cartellino dal Bordeaux per una cifra vicina ai 500mila euro, per poi rivenderlo ad un prezzo certamente più elevato. La Juve studia l’affare per il talento rossoblù, considerato un investimento importante per il presente e per il futuro (è un 2000). L’altro nome è quello di Alessio Cragno, da diversi anni ad alti livelli col Cagliari. Non è mai stato cercato concretamente, solo qualche timida voce di mercato soprattutto in passato. Appare difficile un ritorno di fiamma per il portiere, ma le vie del mercato sono infinite.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.