Cancelo: «Colpito dall’umiltà della Juventus, ecco cosa mi dicono sempre»

Joao Cancelo
© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino della Juventus parla prima della sfida in campionato contro il Sassuolo. Le parole di Joao Cancelo

Intervistato dai portoghesi di A Bola, Joao Cancelo ha parlato dei suoi primi mesi di Juventus. Le sue parole: «Ad oggi questo è il gruppo di giocatori che mi ha colpito di più in termini di umiltà, in relazione al livello dei metodi di lavoro, tutti i giocatori sono molto professionali. Se mi chiedi se ci sono giocatori che lavorano di meno, non posso dirlo. Perché è una questione di nostra mentalità. La Juventus è un club che impone mentalità per il lavoro. Dicono spesso: “Corri e lavora in silenzio!”. È così”».

RONALDO – «Cristiano è un esempio di motivazione per tutti i giovani giocatori, con tutto ciò che ha già vinto, sia individualmente che collettivamente, il calcio oggi è numeri e titoli. Le cose non accadono per caso. È un esempio di motivazione, si supera ogni giorno e penso che lo faccia al meglio. Ha 34 anni, ma sembra che abbia la mia età. È una persona molto umile».