Cassano: «Roma due-tre anni dietro la Juve. Milinkovic? A me non piace»

cassano
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex talento di Bari Vecchia si scatena, come di consueto, davanti ai microfoni. Le parole di Antonio Cassano

Effetti speciali garantiti, nel bene e nel male, quando Antonio Cassano si presenta davanti a un microfono. Questa volta l’ex attaccante della Roma ha parlato ai microfoni de Il Corriere dello Sport, mettendo a confronto proprio i giallorossi con la Juve. Le sue parole: «La Roma due, tre anni indietro rispetto alla Juve. Sono tutte due o tre anni indietro rispetto alla Juve». Fantantonio si è poi pronuciato su uno dei possibili obiettivi di mercato della Vecchia Signora, Milinkovic-Savic: «A me piace un altro genere di calciatore, io sono per Iniesta, Xavi, Pirlo. E Modric, mi piacciono i piccoletti che fanno girare la palla e la squadra».

Poi un aneddoto relativo a una “cassanata” con annesso rimprovero di Gigi Buffon: «All’Europeo 2004 dopo la prima partita con la Danimarca era programmato l’allenamento per quelli che non avevano giocato. C’era lo scarico, io il giorno prima avevo fatto venti minuti. A un certo punto mi scese la catena e me ne andai urlando verso Trapattoni che m’ero rotto non dico cosa perché io mi sentivo titolare. Buffon mi inseguì fino allo spogliatoio dandomi ripetutamente del deficiente. Fortuna che il Pupo era squalificato, giocai la partita successiva e feci anche bene. Avevo ventidue anni, grandissima cagata».

Articolo precedente
Milinkovic-Savic e i tre giorni di fuoco: la Juve non molla l’osso
Prossimo articolo
Rassegna Bianconera di martedì 7 agosto 2018