Connettiti con noi

News

Chiellini, Morata dopo Lukaku: scintille da avversari ma sa come fermarlo

Pubblicato

su

Chiellini, Morata dopo Lukaku: scintille da avversari ma sa come fermarlo. Il centrale trova il suo compagno alla Juventus

Giorgio Chiellini è l’uomo del momento. Dopo aver recuperato in extremis per i quarti di finale contro il Belgio, il capitano della Nazionale si è reso protagonista di una partita monstre in cui è riuscito ad annullare completamente Romelu Lukaku. Un avversario, quest’ultimo, che ormai ha imparato a conoscere molto bene nelle battaglie tra Juventus e Inter in Serie A. Non bene, però, quanto Alvaro Morata. Nella semifinale di Euro 2020 con la Spagna Chiellini dovrà vedersela contro l’attaccante 28enne che sta vivendo un torneo di alti e bassi. Ferocemente criticato in patria per i troppi gol sbagliati sotto porta, Alvaro continua a godere della fiducia di Luis Enrique che quasi sicuramente lo riproporrà dall’inizio anche contro l’Italia.

Chellini è pronto a riservargli lo stesso trattamento di Lukaku. In tre anni totali di Juve ha imparato a conoscere il canterano alla perfezione. Sa quali sono i suoi punti di forza e sa soprattutto quali sono i suoi punti di debolezza e come accentuarne i limiti. Magari anche innervosendolo. Nella duplice sfida del 2019 tra Juve e Atletico Madrid tra i due furono scintille. In particolare nella gara di andata fu annullato un gol allo spagnolo per una presunta spinta ai danni del centrale bianconero. Dopo la partita Morata si presentò furioso ai microfoni: «Per fare fallo ad uno dei centrali più forti del mondo credo ci voglia un po’ di più, di solito in area ci sono molti contatti. Il mio dubbio è se, con una situazione al contrario, l’arbitro mi avrebbe dato rigore. Sicuramente no, ma è così che va. Un altro gol annullato, però l’importante è aver vinto. Chiellini è un mio amico, gli ho detto che non può chiedere sempre fallo ogni volta che subisce un contatto». Amici sì, ma pronti a usare tutte le armi a disposizione.