Collina: «Il VAR deve essere applicato in modo omogeneo in tutto il mondo»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Pierluigi Collina, Presidente della Commissione Arbitri della FIFA e membro dell’IFAB, ha rilasciato un’intervista. Le sue parole

Ai microfoni di Radio 24, durante la trasmissione Tutti Convocati, Pierluigi Collina ha rilasciato un’intervista. Queste le parole del Presidente della Commissione Arbitri della FIFA e membro dell’IFAB.

IFAB«Direi che quest’anno ci siamo focalizzati soprattutto sul rifinire i tanti cambiamenti introdotti nel 2019-2020, alla luce di quanto visto in questa metà o poco più di stagione. Mi riferisco per esempio al calcio di rinvio, che abbiamo prontamente adeguato a ogni possibile sfumatura, così come il tocco di mano da cui scaturisce un gol o un assist. Prima venivano puniti falli di mano assolutamente involontari, ora abbiamo codificato che la volontarietà è solo uno dei criteri per rendere punibile un fallo di questo tipo. Più semplicemente, da adesso qualunque tocco con la mano sarà punito se causerà o favorirà una segnatura della rete, che sia un gol o un assist. Il criterio che conta è l’immediatezza, non la volontarietà».

VAR – «Dovremo cercare di continuare a migliorarlo, e proprio questo stiamo facendo in questi anni. Dobbiamo però far sì che il VAR venga applicato in maniera più omogenea in tutto il mondo, questo strumento deve diventare più democratico e quindi utilizzabile anche da Paesi con meno risorse umane ed economiche seppur in versione ridotta».

Condividi