Chiellini: «Douglas Costa ragazzo d’oro, domani importante vincere» – VIDEO

Il capitano della Juventus parla in conferenza stampa al fianco di Massimiliano Allegri. Le parole di Giorgio Chiellini alla vigilia di Valencia-Juventus

C’è Giorgio Chiellini al fianco di Massimiliano Allegri allo stadio Mestalla nella conferenza stampa di vigilia di Valencia-Juventus. Le parole del capitano bianconero.

CICLO JUVE – Sono orgoglioso, ho iniziato il mio 14esimo anno alla Juve. Sono arrivato in paradiso, ho toccato l’inferno e sono tornato in paradiso. Negli ultimi anni siamo cresciuti esponenzialmente. C’è grande voglia di affronatre questa Champions e ci sentiamo più forti: ma quello che conta è il campo. Vincere qui a Valencia è difficile, anche dal punto di vista ambientale.

BUFFON – Lo sento spesso, ma per amicizia e non consigli. Lui stasera è squalificato ma spero di vederlo presto in Champions.

DOUGLAS COSTA – Da parte nostra c’è vicinanza. In questo anno si è comportato bene e lui non va crocifisso. Anche se ha sbagliato. Sono sicuro che non risuccederà, speriamo possa darci una mano in Champions e da fine ottobre anche in campionato. È un ragazzo d’oro che ha perso la testa.

CHAMPIONS – Ci sentiamo cresciuti come squadra. Ma non siamo favoriti: conosciamo tutte le difficoltà. Quello di domani sera è un assaggio. Bisogna arriva a marzo al top: ci sono 5-6 squadre al nostro livello. Poi arrivati ai quarti tutte le squadre possono andare avanti. Sarà importante partire bene domani.

VITTORIA FINALE – Non ci scommetterei perché non mi piace farlo. Però ci credo come ci credevo negli altri anni. Ma da qui a vincerla c’è un abisso. Noi dobbiamo arrivare a marzo in ballo in tutte le competizioni e poi di lì in poi arriva un’altra stagione.

PRESSIONI – Le aspettative ci sono. Ma noi abbiamo voglia di dimostrare sul campo di essere forti. Vogliamo cercare di vincere questa coppa ma non con ossessione. L’ambiente esterno ci spinge in quella direzione ma la nostra forza è l’equilibrio.

CANCELO – Nella squadra dobbiamo trovare un’alchimia. Joao si è inserito bene anche grazie all’anno di ambientamento in Italia all’Inter. Ha 24 anni e deve crescere ma si vede che ha delle qualità straordinarie. Lui deve avere voglia di migliorarsi e noi dobbiamo aiutarlo a crescere. Qui a Valencia lo conoscono bene.

GOL SUBITI – Dobbiamo migliorare: abbiamo preso gol molto simili. Serve maggiore attenzione nei cross, ne abbiamo già parlato. In Champions non ti perdonano: domani servirà sempre più attenzione. Nonostante le quattro vittorie, analizziamo anche gli errori. C’è da lavorare tanto.

PAURA RONALDO – Se gli avversari ci guardano in modo diverso? No direi di no.

Articolo precedente
moise keanValencia-Juventus, quanti intrecci sul mercato! Quattro possibili affari
Prossimo articolo
Valencia-Juventus, Carboni avvisa: «Attenzione agli spagnoli»