Conferenza stampa Sarri post Milan-Juve: le parole del tecnico

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Sarri post Milan-Juve: il tecnico bianconero parla della prestazione della squadra al termine del match

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, parla in conferenza stampa al termine del match di Coppa Italia tra i bianconeri e il Milan.

LA GARA«Stasera nel primo tempo siamo usciti bene da dietro nonostante la pressione degli avversari, a tratti portiamo troppo la palla invece di farla viaggiare. Abbiamo lasciato Ronaldo troppo solo, ho rivisto la tendenza a impostare da dietro in maniera più pulita e lineare».

ARBITRAGGIO «C’era anche rigore su Cuadrado dieci minuti prima. Il rigore è clamoroso perchè c’è un braccio staccato, poi posso dirti che le norme attuali non mi piacciono, ma se le regole sono queste è rigore».

LA ROSA«Siamo abbastanza ridotti a causa degli infortuni, speriamo di recuperarli più velocemente possibile, forse Bernardeschi, Chiellini Khedira e Demiral arrivano da interventi».

POSTE«Non è mancanza di rispetto nei confronti dei lavoratori, io vengo da una famiglia di operai e sono orgoglioso di esserlo. E’ una storia ridicola e non voglio nemmeno commentarla. Le battute non le faccio più perchè non voglio mettere in difficoltà il marchio Juve, è una battuta che facciamo tutti al bar».

ATTACCO«E’ solo un momento, stasera abbiamo ritrovato il palleggio poi non accompagnavamo e Ronaldo è rimasto isolato. Non abbiamo fatto seguire una buona costruzione del gioco da dietro, un buon accompagnamento dei centrocampisti. Così gli attaccanti si sono trovati isolati, dobbiamo servire di più Ronaldo e visto che lui sta bene non ha problemi a fare gol».

BUFFON «Conoscendo il rapporto che Buffon ha con la Juve penso che dipenderà dalla sua decisione. Lui ha ancora entusiasmo e continuità, fa prestazioni di buon livelli, dipende da come si sentirà lui tra un paio di mesi, la scelta è sua».