ten Hag: «Chiellini giocatore importante, mancherà alla Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa ten Hag: il tecnico dei lancieri parla alla vigilia del match valido per i quarti di Champions League contro la Juventus

Arriva la Champions: Erik ten Hag parla in conferenza alla vigilia del match contro la Juventus dalla sala stampa della Johan Cruijff Arena.

Il tecnico olandese si presenta davanti ai giornalisti nel martedì di vigilia del match contro i bianconeri sviscerando tutti i temi in avvicinamento alla gara di andata dei quarti di finale. Tutte le sue dichiarazioni.

PRIMATO IN CAMPIONATO – «Per noi non cambia niente. Dobbiamo vincere il titolo ma il focus è solo sulla Juve».

DE JONG – «La sua caviglia è a posto».

PARTITA – «Dobbiamo portare qualità, lo stadio sarà pieno e dobbiamo fare il massimo. Abbiamo saputo cambiare e domani dovremo fare il meglio per battere la Juve. Tutto il mondo Ajax fa un grande lavoro per fare il meglio e pensa a questa partita. La Juve è talmente esperta, con un allenatore esperto, che può giocare con diverse strategie. Noi dovremo essere bravi a leggere in anticipo la partita. La Juve è un altro ostacolo da superare. Possiamo arrivare a livelli alti, anche se affrontiamo un’altra squadra, un’altra cultura, un’altra nazione, giocheremo come sappiamo».

RONALDO – «Noi vogliamo giocare contro i migliori e siamo contenti di giocare contro uno come Cristiano Ronaldo».

CHIELLINI – «È un giocatore molto importante per la Juventus, la sua assenza si farà sentire. Ma loro hanno diversi calciatori che possono prendere il suo posto. Di certo dovremo dare il meglio di noi».

JUVENTUS – «La Juve è una squadra esperta, e può mettere in campo diverse strategie. Sarà un altro grande ostacolo da superare, dopo Bayern e Real: giocheremo come sempre, dovremo essere bravi a leggere la gara».

AJAX – «Abbiamo un centrocampo che mira al possesso palla, ma quando non ce l’hai devi cercare di recuperarlo il prima possibile e, se lo fai con tutti gli effettivi, puoi arrivare al livello giusto. Uno dei nostri punti di forza sono i terzini che si alzano e Tadic che rientra ad aiutare il centrocampo».

PAROLE CRUIFF JR – «E’ un bel complimento. Un complimento fantastico. Un paio d’anni fa l’Ajax ha trovato questa via per tornare la squadra forte che era anche e soprattutto in Europa».

BUDGET AJAX – «Abbiamo un budget più basso degli altri, questo è normale per come è il calcio ora. Il campionato olandese non è il più grande di tutti, quindi è difficile arrivare ai livelli di quelle squadre».

FILOSOFIA AJAX – «Noi abbiamo cercato di mettere accanto ai giocatori giovani giocatori più esperti per trovare un equilibrio di squadra pronto anche per il livello internazionale».

DE JONG E DE LIGT – «Parliamo di due giocatori straordinari, ma credo che tutti i miei giocatori siano in grado di giocare in competizioni di livello più alto. Hanno il potenziale per farlo, ma noi cerchiamo di tenere tutti perché anche l’anno prossimo vogliamo dire la nostra in Europa. Adesso siamo qui, vogliamo restarci e lavoreremo per essere competitivi anche l’anno prossimo. Domani affrontiamo la Juve, poi vediamo cosa succederà».

AJAX CENERENTOLA – «E’ importante per l’Ajax essere ritornati a questi livelli in Europa ed è molto più difficile arrivarci da una piccola realtà come l’Olanda. Siamo ai quarti di finale e solo il Porto è nei quarti, le altre sono tutte competizioni più grandi, con più soldi. Quasi tutti gli anni arrivano in fondo le stesse grandi squadre, ma è bello ci siano queste sorprese e esiamo contenti di essere una di queste in questa stagione».