Zironelli: «Ci voleva questa vittoria, anche Agnelli ci ha dato sostegno»

zironelli
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del tecnico della Juventus Under 23 Mauro Zironelli nel post gara con il Cuneo

Soddisfatto mister Mauro Zironelli dopo il successo sul Cuneo, nella terza giornata di Serie C girone A. Ecco le parole del tecnico della Juventus Under 23 in conferenza stampa.

TRE PUNTI – I ragazzi se lo meritavano. Venivamo da due partite infelici, un passivo così pesante a Carrara magari non ci stava, però abbiamo meritato la sconfitta. Venivamo da un giorno in meno di riposo rispetto al Cuneo e tra l’altro adesso non sappiamo niente per domenica. Quindi abbiamo solo due giorni, incredibile.

DOMENICA DI NUOVO IN CAMPO – Io nella mia carriera di giocatore e di allenatore non ho mai giocato lunedì-giovedì-domenica. Due giorni e due giorni di recupero, poverini…

DUBBIO NOVARA – Ho cercato di centellinare anche stasera le forze, però fino a un certo punto, perchè dopo l’1-0 abbiamo smesso di avere il pallino del gioco, il Cuneo è venuto a prenderci e siamo andati in difficoltà; abbiamo avuto 2-3 mischie in area pericolose. Poi abbiamo fatto gol, siamo passati a tre e non abbiamo più rischiato. Hanno fatto molto bene, sono contento per i ragazzi perchè ritrovano fiducia ed entusiasmo per quello che hanno fatto, perchè hanno fatto una grande partita, hanno fatto un migliaio di passaggio ed è quello che gli avevo chiesto perchè ci sta di perdere le partite ma essere rinunciatari non mi è mai piaciuto. Se devo perdere le partite le perdo come voglio, non come vogliono gli avversari. Di conseguenza la juve deve rischiare, deve provare a giocare e giocarsela a viso aperto. L’hanno interpretata benissimo, si è visto e sono venuti fuori anche degli splendidi gol, due-tre trame nel primo tempo. Sono contento perchè è dal 17 agosto che stiamo lavorando con il gruppo completo e abbiamo avuto tantissime settimane frastagliate, dove non abbiamo mai potuto allenarci in maniera costante. Li vedevo in difficoltà perchè c’era poca continuità, adesso finiamo questa settimana e dopo avremo il tempo per rifiatare e preparare bene le altre partite. Avrò comunque problemi perchè andranno via tanti nazionali e da una settimana all’altra non è facile allenarli, perchè ti spezza il ritmo.

ROSA AMPIAQualche giocatore era fuori e adesso se giochiamo domenica recuperiamo i due che erano fuori dall’inizio e che hanno preso tre giornate, l’over Alcibiade e Olivieri che danno ossigeno a difesa e attacco, perchè ci sono 6-7 ragazzi che hanno fatto sempre 90′ minuti. Fare tre partite di fila è fisicamente impossibile.

TOURE – Touré è un caso a parte, ha 700 minuti di autonomia.

PRIMI SEGNALI DI ESPERIENZASì, rispetto a Carrara hanno cercato di tenere botta un po’ di più. Però dobbiamo cercare di abbassarci di meno e avere più coraggio. Sto cercando di fare delle rotazioni per far crescere il gruppo. Sono contento che ieri è venuto anche il presidente a darci sostegno, a dare coraggio a questi ragazzi. Sono felice di questo e lo apprezzo molto, ha dato ossigeno ai ragazzi, li avevo visti veramente in difficoltà in settimana. Agnelli è stato un grande a venire al campo.

APPROCCIO GIUSTOAbbiamo vinto molti contrasti a centrocampo con Touré, con Kastanos, ma anche dietro sono stati bravi nelle chiusure, tutti i ’98, Di Pardo stesso che non aveva mai giocato, se non qualche spezzone in Coppa Italia. Sono contentissimo e sento la fiducia e il sostegno della società, perchè su questa squadra ha investito, ci crede.

Articolo precedente
nedved agnelli paraticiModello Juve: ecco come giovani talenti diventano campioni – VIDEO
Prossimo articolo
Simone MuratoreJuventus Under 23 Cuneo 4-0: doppietta Pereira, la chiudono Bunino e Muratore – VIDEO