De Ligt: «Quando è successo non ci potevo credere»

© foto Db Torino 04/06/2018 - amichevole/ Italia-Olanda / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Matthijs De Ligt

De Ligt: «Quando è successo non ci potevo credere». Il giovane difensore olandese parla dopo la vittoria con la Germania

Matthijs de Ligt ha parlato dopo la vittoria della sua Olanda contro la Germania. Il difensore  si è soffermato sul dubbio episodio che l’ha visto protagonista, costato il penalty ai tulipani.

Le sue parole così come riportate dal Telegraaf: «Ho pensato, che cosa sta succedendo qui!? Non mi ero nemmeno reso conto che la palla fosse finita sul mio braccio. Ho anche guardato dall’altra parte. Perché pensavo che la palla avesse già toccato braccio di un tedesco. Ciò lo ha reso completamente discutibile. La palla si è impennata e poi è tornata improvvisamente davanti a me. E poi l’arbitro ha fischiato rigore. Naturalmente questa non era rigore».

E ancora: «Davvero non ci potevo credere e volevo giustizia. Ho pensato di chiedere il Var all’arbitro. Devono aver constatato che non c’era nulla. Ma il Var non c’era. E così, Toni Kroos ha realizzato il 2-2 su quel rigore. Pensavo che ci fosse una sola squadra che meritava di vincere e che eravamo noi. Almeno di sicuro per quello fatto nella ripresa. Eravamo la squadra che ha giocato per vincere».