Juventus Under 17: Franck Abou ha già conquistato tutti

© foto www.imagephotoagency.it

Subito decisivo contro il Carpi, Franck Abou è tra le stelline della Juventus Under 17 di Pedone. Movenze repentine e tecnica a cinque stelle: sembra Coman

Ripetete con noi: Franck Razack Abou Teher. Ancora: Franck Razack Abou Teher, finché non lo imparate a memoria. Lo diciamo per risparmiarvi della fatica in futuro: tra qualche anno questo ragazzo qui sarà sulla bocca di tutti. Dopo una stagione da protagonista in Under 16 (9 centri all’attivo), il piccolo esterno offensivo ivoriano, arrivato a Torino la scorsa estate dalla Reggiana, ha deciso di iniziare la nuova stagione sparando i fuochi d’artificio. Francesco Pedone, tecnico dell’Under 17 bianconera, applaude e ringrazia con la consapevolezza di avere tra le mani un potenziale crack.

Con il Carpi la rovesciata-gol: solo una ciliegina sulla torta

Lo abbiamo ammirato nell’esordio stagionale contro il Carpi: tantissima roba. Franck Abou ha deliziato il nostro palato almeno quanto ha imbambolato la difesa emiliana. Leve corte azionate a velocità supersonica, qualità tecnica tre spanne superiore alla media della categoria, facilità clamorosa di sterzata e calcio. Gli avversari ci hanno capito poco o nulla mentre gli spettatori estasiati mettevano frettolosamente mano agli smartphone per scoprire chi mai fosse questo funambolico ragazzo. Padrone incontrastato della fascia sinistra, il folletto ivoriano è risultato imprendibile nell’uno contro uno e letale nel rientro con sparo esploso dal piede forte. La partita col Carpi l’ha decisa lui, non è un dettaglio: rovesciata su un pallone riciclato in mezzo all’area con sfera in buca d’angolo. E una cosa del genere ti fa quasi dimenticare, poco dopo, l’errore sotto-porta a specchio praticamente sguarnito.

Abou come Coman: la somiglianza è impressionante

Assomiglia in maniera spaventosa a Kingsley Coman nei movimenti, nel modo di correre, nella postura, nello stile di dribbling. E, a giudicare dall’estrosa acconciatura platinata, viene il dubbio che Abou a Coman ci si ispiri anche un po’ (anche se sul suo profilo Instagram spiccano in bella mostra le foto con Benatia, Cuadrado e Matuidi). Il gioiello francese è ormai volato via da Torino diversi anni fa, destinazione Bayern, dove ha trovato fortuna alternata a causa dei tanti infortuni. La Juve si augura che l’ivoriano, sei anni in meno rispetto al collega, possa affermarsi e stupire in bianconero. Sempre in quel ruolo, sempre con quell’innata magia dei piedi. Occhio ad Abou già dalla prossima gara con la Cremonese, insomma, e poi non dite che non vi avevamo avvisati.

Articolo precedente
Cuadrado torna a lavorare alla Continassa: abbraccio con Ronaldo – FOTO
Prossimo articolo
“Effetto Ronaldo” anche sull’e-commerce: ecco il nuovo metodo di vendita