Connettiti con noi

Hanno Detto

Garanzini, da Marotta a Ronaldo-Paratici: «Meditate, gente, meditate»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Gigi Garanzini, nel suo editoriale su La Stampa, ha espresso il suo punto di vista sugli ultimi anni della Juventus

Nel suo editoriale su La Stampa, Gigi Garanzini ha inquadrato gli ultimi anni di Juventus.

PAROLE«La Juve decide di regalarsi Cristiano Ronaldo. Quasi tutta la Juve: non l’amministratore delegato, Beppe Marotta, che ritiene il suo acquisto sproporzionato rispetto alle risorse societarie e al percorso di crescita rispettato sino a lì. Si arriva alla rottura, Marotta se ne va, la spiegazione che viene fatta filtrare è che ormai guadagnava troppo e, sottintesa, troppo voleva comandare. Gli succede l’ex-delfino, Fabio Paratici. E prende il via tutt’altra politica societaria che, prima di degenerare per esempio nel turbine di plusvalenze e nell’esame di Suarez, passa per i parametri zero, tipo Ramsey. Poi arriva la voglia di bel gioco e Allegri non basta più, poi il flagello del Covid, per tutti, non solo per la Juve. Mentre Marotta prima costruisce un’Inter da scudetto, poi la rigenera con acquisti mirati, nettamente al ribasso, altro che parametri zero. Meditate, gente, meditate».