Connettiti con noi

Hanno Detto

Gattuso: «Napoli? Champions persa per un solo punto. Con Mendes…»

Pubblicato

su

Gennaro Gattuso rompe il silenzio: ecco le dichiarazioni dell’ex allenatore del Napoli anche sulla Champions sfumata

Gennaro Gattuso rompe il silenzio dopo il burrascoso addio alla Fiorentina dopo 20 giorni. Le sue parole a la Repubblica.

NAPOLI«Sono orgoglioso d’aver allenato una grande squadra in una grande città. In una stagione con problemi e infortuni mai visti abbiamo perso la qualificazione Champions per un solo punto, con partite spesso spettacolari».

RAZZISMO – «Faccio fatica a credere che [a Londra] non mi abbiano voluto per questo. Al limite può essere rimasta nella loro mente l’immagine della mia lite del 2011 con Jordan, allora viceallenatore del Tottenham. Di sicuro io non sono né razzista, né sessista, né omofobo: sono state travisate vecchie dichiarazioni mie. Perché non chiedete ai miei ex compagni e ai giocatori che ho allenato del mio rapporto con loro? Io mi sono preso del terrone in tutti gli stadi: come razzista non sarei molto credibile. Quanto al resto, non
perdo tempo con le sciocchezze. Piuttosto, la mia vicenda insegna una cosa
».

ITALIA – «È la squadra che gioca meglio, divertente e moderna. Mancini ha il grande merito di avere scelto giocatori tecnici. Idee come le sue, in Nazionale, non si erano mai viste: si faceva un altro tipo di calcio, che ha portato anche grandi vittorie, ma in cui era impensabile Jorginho insieme a Verratti e Locatelli».

LE DICHIARAZIONI SU CALCIONEWS23