Connettiti con noi

Hanno Detto

Gotti carica l’Udinese: «Contro la Juventus mi aspetto una guerra»

Pubblicato

su

Gotti carica l’Udinese: «Contro la Juventus mi aspetto una guerra». Le dichiarazioni del tecnico dei friulani

Luca Gotti è stato intervistato da Goal.com nel giorno di Udinese-Juventus.

SARRI AL CHELSEA – «Abbiamo iniziato bene la stagione, vincendo le prime cinque partite di campionato. E abbiamo chiuso bene. Quindi, i miei ricordi del Chelsea sono fantastici, poiché la nostra ottima corsa alla fine della stagione ci ha permesso di riportare il club in Champions League e vincere un trofeo, l’Europa League, che è stata una bellissima esperienza per me. Ma abbiamo avuto un periodo difficile nel mezzo in cui avevamo a che fare con un nuovo campionato, un nuovo paese, una nuova cultura, nuove abitudini e tipi di giocatori che non avevamo mai allenato in precedenza.A causa delle idee elaborate della filosofia di Maurizio, non è sempre un percorso agevole. Ha bisogno di tempo. E‘ un estremista concettuale. I suoi concetti sono estremi ma sono suoi, e solo suoi. Oltre 30 anni di esperienza lavorativa nel calcio, ha creato, passo dopo passo, la propria struttura. Ha perfezionato ogni dettaglio, e per questo il calcio di Sarri è davvero bello. E una struttura del genere, fondata su questi precisi principi, deve essere supportata da una mole di lavoro enorme. Passa 24 ore a pensare al calcio, a decostruire le proprie idee e poi a costruirne di nuove. È un maniaco del lavoro e si merita tutto quello che ha vinto sul campo».

SARRI ALLA LAZIO – «E’ un progetto molto interessante per Maurizio in un club che ha dimostrato in passato di essere disponibile a far lavorare l’allenatore con continuità e senza interruzioni».

UDINESE – «Sono orgoglioso, onorato di essere un’altra stagione alla guida di questo prestigioso club. La scorsa stagione abbiamo avuto un inizio terribile e un finale terribile, che ci ha lasciato un vero sapore amaro in bocca. A metà stagione, però, per una lunga parte dell’annata, siamo andati bene. Il desiderio ora per tutti è di cercare di migliorare. Fare meglio non riguarda solo il numero di punti che ottieni in campionato. Si tratta di migliorare il tuo gioco, il tuo stile di gioco e tante altre cose. Vogliamo raggiungere diversi obiettivi. Vogliamo scalare la classifica ma vogliamo anche aiutare i giocatori a crescere. Ovviamente dobbiamo completare la rosa prima della chiusura del mercato. Insieme alla società abbiamo degli obiettivi piuttosto precisi, giocatori con determinate caratteristiche che stiamo aspettando di arrivare».

JUVENTUS – «So che stiamo affrontando una squadra molto forte, ma quello che mi aspetto è una guerra».