Higuain, ci risiamo: resistenza all’addio. Mercato Juve imbottigiliato?

© foto www.imagephotoagency.it

Gonzalo Higuain intende restare fino al 2021 ma sui bilanci della Juve pesano i soldi dello stipendio (7,5 milioni)

Gonzalo Higuain è fuori dal progetto tecnico della nuova Juve di Andrea Pirlo. La prova è evidente: il club bianconero si sta guardando intorno alla ricerca di un nuovo numero 9 e l’argentino non rientra più nei piani della Juve.

Come riporta La Gazzetta dello Sport il club vorrebbe accompagnarlo alla porta, ma tramutare la volontà in azione non è mai stato così difficile come in questo mercato: per il Pipita pesa lo stipendio da 7,5 milioni a stagione, più il residuo sulla stagione appena finita (gli spetta in base all’accordo sulla riduzione degli stipendi stipulato durante il lockdown). Gonzalo non vuole rinunciare a un centesimo, come da contratto firmato fino al ‘21. Intende arrivare in fondo, a meno che non si trovi un accordo di rescissione che lo soddisfi.

Higuain e Khedira – spiega Gazzetta – sono i due tappi che bloccano il mercato bianconero. Ma se il centrocampista tedesco tratta una rescissione indolore (ma serve comunque un indennizzo), il caso del Pipita è assai diverso. Si sente ancora la zavorra dei 90 milioni spesi nel 2016: Higuain “costa” ancora a bilancio 18. Pensare di venderlo a quelle cifre è utopia, ma la soluzione per non fare minusvalenza sarebbe inserirlo in uno scambio.

Condividi