Jordi Cruijff: «Ronaldo come papà Johan: immortale»

© foto www.imagephotoagency.it

Jordi Cruijff, figlio dell’indimenticabile Johan, ha parlato alla vigilia di Ajax-Juventus

Jordi Cruijff, figlio del grande Johan, leggenda del calcio mondiale e anche dell’Ajax, ha parlato alla vigilia della sfida tra Juventus e lancieri. Queste le parole del figlio del “Profeta del gol” a La Gazzetta dello Sport.

AJAX«Ormai non è più una sorpresa: dopo l’impresa contro il Real, è una realtà. Per questo la Juve arriverà ad Amsterdam preparata: ha giocatori di esperienza più Cristiano… Ma l’Ajax non cambierà sé stesso, quindi ci sarà da divertirsi».

JUVE«Nel calcio italiano ora si segna e si gioca molto di più. Lo specchio è Buffon: negli anni ha dovuto usare i piedi molto di più. Certo, alla Juve c’è sempre una buona organizzazione difensiva, ma sanno anche costruire. Lì trovi il gioco, trovi il calcio».

RONALDO«Nel calcio ci sono tantissimi mortali e pochissimi immortali: posso dire, che come mio padre, anche Cristiano sarà ricordato per sempre. Lui assieme a Messi, senza bisogno di dire chi sia il più bravo: tanti hanno avuto un grande anno, solo loro ne hanno avuti 15 grandissimi. E per misurare la grandezza di Cristiano basta guardare al Real di adesso…».

FINALE 1973«Di sicuro ai tifosi della Juve non piace… Io la trovo splendida. Vorrei sapere con chi ha scambiato la maglia e, magari, ritrovarla da qualche parte: purtroppo papà, che dopo quella finale andò a Barcellona, non ne ha tenuto una…».