Connettiti con noi

Calciomercato Juve

La Juve e gli altri “colpi” per Allegri: in tre a caccia di conferme e riscatto

Pubblicato

su

La Juve e gli altri “colpi” per Allegri: tre giocatori a caccia di conferme e riscatto dopo la fine del calciomercato invernale

Flusso continuo e imprevedibile, in grado di mutare direzione ed equilibri di giorno in giorno. Gennaio, e il calciomercato, cambiano il volto della Juve e riscrivono logiche che, qualche settimane fa, era quasi impossibile prevedere. Ma non è tutto. Acquisti e cessioni sono la parte visibile di un iceberg che vede nelle conferme il lato più nascosto, meno soggetto a proclami. Ma di un’importanza fondamentale. Ed ecco che, in casa Juventus, sono tre i giocatori ad aver visto un mutamento del proprio destino: al gong del 31 gennaio, l’altra faccia del mercato consegna ad Allegri tre “colpi”.

Juve, l’altro mercato: in tre a caccia di conferme e riscatto

Partiamo da Arthur. Il 27 dicembre, in occasione dei Globe Soccer Award, il suo agente Federico Pastorello aveva aperto ad un addio: «Arthur vuole essere protagonista nel suo club, quest’anno in particolare visto che c’è il Mondiale. Stiamo valutando con la Juventus, con grande coerenza e partecipazione nei confronti del club. C’è serenità, troveremo una soluzione se ce ne sarà bisogno, visto che nelle ultime tre gare ha trovato spazio giocando due volte da titolare e una con più di mezz’ora». A gennaio si è fatto avanti l’Arsenal, e sembrava una pista concreta: una visita del suo agente anche nella sede dei Gunners per sondare il terreno. Col passare dei giorni, però, l’operazione si è via via congelata, con le riflessioni della dirigenza che si sono dirette verso un addio di Bentancur rispetto a quello del brasiliano.

Alvaro Morata. La testa e le valigie sembravano portarlo già a Barcellona. Xavi lo voleva, lo spagnolo (forse consapevole delle difficoltà di permanenza a fine stagione alla Juve) era propenso a trasferirsi in blaugrana. Allegri lo aveva bloccato il 5 gennaio: «Morata non parte», ma le voci non si sono mai placate. L’acquisto di Dusan Vlahovic sembrava presagire una partenza inevitabile per Alvaro, quantomeno per liberare una casella in attacco. Le resistenze dell’Atletico Madrid (proprietario del cartellino) e la distanza nella formula e nei dettagli per la chiusura hanno scritto la parola fine alla possibile cessione.

Farsi le ossa e trovare maggiore continuità. Erano queste le valutazioni celate dietro al possibile prestito last-minute di Kaio Jorge. Allegri ha sempre speso parole di fiducia nei confronti del classe 2002, finito nella lista dei desideri di diverse squadre nelle ultime ore di mercato: Salernitana, Lazio, Granada, Bologna. Pista più accreditata il Cagliari, nell’ambito di uno scambio di prestiti con Nahitan Nandez. La Juve e i rossoblù non hanno trovato, però, la quadratura del cerchio, facendo così saltare l’affare. Da partenti a “nuovi acquisti” per Allegri.