Juve Atletico, l’analisi dell’andata: fatali i calci piazzati per i bianconeri

griezmann-de-sciglio-atletico-juve
© foto www.imagephotoagency.it

L’analisi di Juve Atletico Madrid all’andata presenta vari aspetti su cui lavorare in vista della sfida di ritorno

Sul sito ufficiale della Juventus, è stata analizzata con cura la sfida d’andata tra Juve e Atletico Madrid. In vista del ritorno, l’impresa è possibile, a cominciare dalla forza offensiva dei bianconeri, dalla gestione dei momenti diversi della gara, dalla tecnica di molti giocatori e dall’intensità in zona offensiva. Il pericolo numero uno per la Juve saranno sicuramenti i calci piazzati, che hanno punito la squadra di Massimiliano Allegri per due volte nella sfida d’andata. Di seguito riportati alcuni episodi del match del Wanda Metropolitano.

PRIMI MINUTI

Nei primi minuti la Juve tiene palla cercando il possesso e la costruzione da dietro, con Pjanic in ricezione palla marcato da tre giocatori dell’Atletico. Diego Costa, servito dal recupero di Griezmann, dà il via alla ripartenza degli spagnoli, che creano immediatamente una situazione di 4 vs 4.

Dal canto suo, anche la Juve può vantare di una compattezza individiabile volta a recuperare in fretta il pallone. Mandzukic ruba palla e avvia la ripartenza bianconera, interrotta dal fallo su Cristiano Ronaldo. La punizione di CR7, poi, verrà deviata in angolo da Oblak.

TIRI DA LONTANO

Gara bloccata che preclude tanti tiri dalla lunga distanza: la Juve ci prova con il tentativo da fuori area di Cristiano Ronaldo deviato in calcio d’angolo, l’Atletico risponde con la conclusione di Thomas bloccata da Szczesny. Sono sempre 7 i giocatori dietro alla linea della palla, con i tiri da fuori e le soluzioni da calcio piazzato che diventano così le sole scelte in attacco.

IL COLPO DI TESTA DI MANDZUKIC

Dybala a destra scarica per Pjanic tra le linee. Il bosniaco trova Ronaldo, con Alex Sandro che si libera a sinistra e viene servito. Cross del brasiliano in area per Mandzukic, affiancato come sempre dai due interni Matuidi e Bentancur molto alti. Un’azione elaborata che potrà essere riproposta all’Allianz Stadium.