Juve, la nuova Champions è una miniera d’oro: 2 miliardi in palio

© foto Cristiano Ronaldo

A poco più da una settimana dal sorteggio di Montecarlo, i bianconeri iniziano a fregarsi le mani. Ecco quanto vale la nuova Champions League

Ricca, anzi ricchissima. La nuova Champions League, a cui la Juventus – diciamocelo – ambisce, vale oro. L’UEFA, come riporta La Gazzetta dello Sport, metterà in palio un totale di quasi 2 miliardi da distribuire alle 32 finaliste. Un montepremi enorme, garantito dalla partecipazione di 16 squadre provenienti dai 4 campionati top europei che hanno consentito un enorme upgrade al fatturato della competizione. La semplice partecipazione alla fase a gruppi varrà 15 milioni, il resto dei proventi arriverà dal market pool, dal cammino nella manifestazione, dai risultati delle squadre connazionali e dal ranking.

Alla fine il tesoretto è succoso: basti pensare che, qualora i bianconeri uscissero eliminati dai gironi, risultando sconfitti in tutte le gare, arriverebbero comunque a incassare una sessantina di milioni. Viceversa se la Juve arrivasse ad alzare la coppa, riuscendo ipoteticamente nell’impresa di vincere tutte le partite, potrebbe incassare addirittura 133 milioni. Cristiano pensaci tu.