Connettiti con noi

Hanno Detto

Juve Napoli, il direttore dell’Asl: tuona «La Lega sospenda il campionato»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il direttore dell’Asl 2 di Napoli ha invocato la sospensione del campionato a poche ore dalla sfida tra gli azzurri e la Juve

«La Lega deve sospendere campionato per 15 giorni». Ad invocare lo stop della Serie A per due settimane è Antonio D’Amore, direttore dell’Asl 2 di Napoli, a poche ore dalla sfida tra gli azzurri e la Juve. Le dichiarazioni a Radio Marte.

STOP AL CAMPIONATO – «I giocatori professionisti di Serie A hanno l’obbligo della terza vaccinazione. Perché i 3 del Napoli non si sono vaccinati? Non saprei, non è nostra competenza. Questa è la stessa situazione di Djokovic: non è vaccinato, c’è un regolamento sanitario in Australia e quindi non partecipa agli Australian Open. Se noi in Italia avessimo una Lega che davvero ci tenesse a preservare le responsabilità sanitarie connesse (con le partite che si giocheranno che richiameranno un numero di pubblico tale da generale più contagi) avrebbero sospeso per 15 giorni il campionato, non sarebbe stato illogico».

JUVE NAPOLI – «Perché non è stata bloccata la partenza del Napoli? Ci sono numeri elevatissimi, una cosa è seguire 100 pazienti un’altra 4000. I giocatori del Napoli, per quanto possano avere una priorità, capiscono che ci sono altre esigenze. Poi si è dovuto verificare se le persone del Napoli erano vaccinate o residenti qui, indagine complessa».

La situazione in casa Napoli è caotica con il club che ha annunciato poco fa una nuova positività al Covid.