Juventus Club Ischia: «Nostri bambini minacciati di morte per evento con Moggi»

moggi
© foto www.imagephotoagency.it

Bruttissimo episodio a Ischia: lo Juventus Club organizza un evento con Moggi ed è vittima di terribili minacce ed insulti

Davvero vergognoso quanto accaduto a Ischia. Lo Juventus Club ufficiale dell’isola ha organizzato nei giorni scorsi un evento che aveva in Luciano Moggi l’ospite speciale. Dopo l’evento ecco gli insulti e le minacce, alcune indirizzare ai bambini. Ecco la lettera di denuncia dello stesso Juventus Club Ischia.

«ADESSO TOCCA A NOI

A distanza di due giorni dall’evento che ha visto protagonista Luciano Moggi in una serata definita “Spettacolare” anche dal pubblico non di fede Juventina, non si può tralasciare il putiferio mediatico che in un Paese, dove la Carta Costituzionale tutela la DEMOCRAZIA prima di ogni altra cosa, è assolutamente INACCETTABILE!!!

Noi, con tutte le cautele del caso, nelle settimane precedenti al #LucianoMoggiDay, abbiamo deciso di adottare uno strumento infallibile: il Silenzio!!!

Adesso, consideriamo più che legittimo il nostro Sfogo!!!

La nostra Pagina è Stata presa di mira da centinaia di Insulti tra messaggi, audio messaggi e commenti dove, ci hanno augurato le peggiori cose.
Dal Male del Secolo all’augurio di un Maremoto ad Ischia passando per la morte di tutti bambini presenti sull’isola.
Solitamente, consideriamo come massima espressione del Razzismo la discriminazione del colore della pelle, ma il clima in cui ci avete fatto vivere quella che noi consideravamo una festa per i soci è stato di un livore indescrivibile.

Allora ci chiediamo: quello che noi abbiamo subito non è discriminazione?
Razzismo?
Tentativo di emarginazione?
Siamo seri e andiamo oltre i canoni dell’etimologia.

In ultimo e non per ultimo, siamo stati vittime di uno sciacallaggio Mediatico da parte di alcune testate della Stampa Nazionale e soprattutto Locale, alla quale, non è andata giù l’idea di poter passare una serata in compagnia di un Personaggio che, per quanto possa essere discusso, è considerato da tutti (Juventini e Non) una memoria storica del Calcio Italiano.

Non hanno fatto altro che fomentare la piazza, alludendo allo Scandalo e tirando in causa argomentazioni villane, costruendo così attorno a noi un atmosfera a dir poco infuocata.
Abbiamo così deciso, di chiedere l’intervento della Forza Pubblica e grazie al cinismo del direttivo tutto, fortunatamente è andato tutto per il meglio!!!
Anche oltre l’immaginazione.

La penna è un aggeggio pericoloso se strumentalizzato e può fare più danni di 100 carri armati messi insieme.

Passatevi la mano per la coscienza..
Meditate Gente.. Meditate e VERGOGNATEVI!».

Articolo precedente
Coppa Italia, l’Atalanta si guadagna la Juve ai quarti
Prossimo articolo
capelloCapello: «Calciopoli? Comico assegnare quello scudetto all’Inter»