Juventus-Genoa Under 16 2-3: bianconeri rimontati a Vinovo – VIDEO

Juventus Genoa Under 16, sesta giornata del Campionato Nazionale: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, tabellino e sintesi

(Mauro Munno inviato a Vinovo) – Dopo la convincente vittoria esterna con la Lazio, la squadra di Paolo Beruatto scivola in casa col Genoa. Partita bella e avvincente giocata a viso e campo aperto dalle due compagini. La Juventus, a conti fatti, paga la minor incisività davanti e soprattutto gli errori grossolani dei suoi attaccanti sotto porta. Bene, comunque dal punto di vista del gioco la squadra di Beruatto. Ancora da registrare, invece, qualche automatismo difensivo costato parecchio caro in questa primissima parte di stagione. Le parole del tecnico bianconero dopo il match.

Dopo un primo tempo a tinte prevalentemente bianconere, le emozioni forti arrivano tutte nella ripresa. Sblocca Bevilacqua, ribaltano Vassalli e il neo entrato Romio. Il pareggio di Saio viene mortificato dal fallo di mano di Mulazzi che interviene col braccio in area. Dal dischetto è glaciale Biaggi. Per la Juve non c’è più tempo e modo di reagire.


Juventus Genoa Under 16: sintesi e moviola

5′ Occasione Bonetti – A tu per tu con Allarmati supera il portiere rossoblù con un pallonetto ma subisce il recupero della difesa genoana

10′ Tiro Salducco – Lasciato solo in area il centrocampista bianconero spara a botta sicura ma sbatte sul muro rossoblù. Sulla ribattuta Petronelli si fa stampare da Allarmati

20′ Diagonale Nesci – Il terzino rossoblù cerca il secondo palo da dentro l’area, bravissimo Oliveto ad allungarsi in corner

23′ Gol annullato ad Insolito – Bacherotti si era trascinato il pallone oltre la linea di fondo prima di assistere il compagno

26′ Gol annullato a Bevilacqua – Il 7 della Juve concretizza un pallone sporco, ma in posizione irregolare

28′ Tiro Bevilacqua – Ancora pericoloso l’esterno di Beruatto, innescato da una sponda di Bonetti. La girata di destro è però altissima

2′ st Occasione Bonetti – Sul suggerimento di prima intenzione di Bevilacqua, il numero 9 non riesce a trovare la coordinazione per il tiro

9′ st Tiro Miretti – Mancino dal limite che Allarmati è bravo a disinnescare in corner

11′ st GOL BEVILACQUA – Dopo la grande azione sulla sinistra di Miretti, il numero 7 riceve in area, si libera di un avversario e piazza alle spalle di Allarmati

17′ st GOL VASSALLO – Pareggio del numero 7 che esplode un gran destro incrociato dal centro-destra. Lenta qui ad accorciare la difesa bianconera

18′ st Occasionissima Petronelli – Ma che bravo Allarmati a murarlo a un metro dalla porta

19′ st Tiro Miretti – Ancora una volta decisivo nell’opposizione Allarmati, ma grande chance per i bianconeri

27′ st GOL ROMIO – Il Genoa passa in vantaggio con il neo entrato, bravo a inserirsi e a battere Oliveto in uscita

31′ st Tiro Salducco – Il capitano bianconero ci prova dal limite: alto di un metro

33′ st GOL SAIO – Ritrova il pareggio la Juventus. Grande stacco del centrale su corner di Salducco

35′ st Occasione Bonetti – Spreca l’attaccante bianconero calciando centrale da ottima posizione

34′ st Rigore Genoa – Fallo di mano di Mulazzi

34′ st GOL BIAGGI – Il centrocampista rossoblù realizza dal dischetto


Migliore in campo Juventus Under 16

Miretti – Accende la luce quando vuole, addirittura funambolico tra le linee. La difesa del Genoa non lo prende mai


Juventus Genoa Under 16 2-2: risultato e tabellino

RETI: 11′ st Bevilacqua, 18′ st Vassallo, 27′ st Romio, 33′ st Saio, 34′ st rig. Biaggi

Juventus (4-3-3): Oliveto; Mulazzi, Saio, Lucchesi, Turicchia; Miretti, Salducco, Andreano (21′ st Pisapia); Bevilacqua (27′ st Savona), Bonetti, Petronelli (21′ st Ferraris). A disp. Basso Palmiero, Giorcelli, Fiumano, Mauro, Andretta, Lofrano. All. Beruatto

Genoa (4-3-1-2): Allarmati; Nesci, Bolcano, Zanetti, Boci; Vassallo, Handxhari (21′ st Castiglione), Biaggi; Insolito (21′ st Romio); Viola (9′ st Piccardo), Bacherotti (38′ st Broso). A disp. Della Pina, Ghigliotti, Patini, Panait, Del Prete. All. Oneto

AMMONITO: Nesci

ARBITRO: Gandolfo di Bra