Connettiti con noi

News

Kaio Jorge reclama spazio: il suo futuro alla Juve rimane incerto

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Kaio Jorge reclama spazio: il brasiliano vuole giocarsi le proprie carte a Torino, ma il suo futuro alla Juve rimane incerto

Quello della Juventus è il peggior attacco tra le prime 12 squadre di Serie A. Basterebbe soltanto questo dato per evidenziare i problemi di una squadra che, con il passare delle stagioni, ha perso pericolosità e incisività in una zona di campo che l’ha spesso vista tra le protagoniste. Difficoltà da non addossare solo ed esclusivamente agli attaccanti, ma da ricondurre anche ad alcune scelte dirigenziali che si sono rivelate veri e propri azzardi di mercato. Nel giro di qualche stagione la Vecchia Signora è passata dall’avere in rosa due degli attaccanti più prolifici del panorama europeo (Higuain e Ronaldo) a giocatori dal valore quantomeno discutibile se paragonati ai loro illustri predecessori. Morata è parso nervoso e in evidente difficoltà, Kean ha un andamento a singhiozzo, Dybala fa il suo ma da solo non può bastare. E Kaio Jorge?

GIOVANE PROMESSA

Arrivato a Torino nel corso dell’ultima estate, Kaio Jorge era stato scelto dalla società per rinforzare un reparto finito al centro delle critiche dopo l’ultima stagione sotto la guida Pirlo. L’operazione aveva uno scopo ben preciso: affiancare ad un campione affermato come Ronaldo un profilo ben più giovane come quello del brasiliano per permettere a quest’ultimo di crescere e maturare. Inutile sottolineare come l’inatteso addio del fenomeno portoghese abbia rimescolato immediatamente le carte e fatto crollare in un colpo solo i piani societari.

ESPERIENZA A TORINO

Poco lo spazio a disposizione di Kaio Jorge fin qui. Sono soltanto 6 gli incontri da lui giocati, tutti da subentrato, per un totale di appena 43 minuti. Il suo inizio di stagione è stato complicato: tra l’infortunio che lo ha tenuto per qualche settimana lontano dai campi e l’esclusione dalla lista Champions la sua avventura europea non è cominciata forse come immaginava. E mentre all’estero i giocatori giovani come lui sono già tra le stelle indiscusse dei loro club, Kaio Jorge è costretto per il momento a guardare i propri compagni dalla panchina. Allegri ha dimostrato di essere un maestro con i giovani, ma avere forse più coraggio in tal senso potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata soprattutto in questo particolare momento.

FUTURO INCERTO

Con un quadro di questo tipo non c’è dunque da stupirsi se giocatore e società inizino a guardarsi intorno per trovare una soluzione che permetta al ragazzo di crescere e fare esperienza. Kaio Jorge è stato spesso elogiato da Allegri per le sue qualità tecniche e morali, ma il suo futuro alla Juventus rimane più che mai incerto. L’attaccante recentemente su Instagram aveva spiegato che «era necessario superare sfide costanti e prove di fuoco uniche» perchè, ha continuato il brasiliano, «è così che si raggiungono gli obiettivi e si avverano i sogni». Dichiarazioni che evidenziano la personalità del brasiliano e la sua voglia di continuare a misurarsi su grandi palcoscenici. Intanto molti club di Serie A hanno già bussato alla porta della Juve: cosa farà adesso Cherubini?