Connettiti con noi

Hanno Detto

Kjaer: «Eriksen? Non sono un eroe. Per lo Scudetto Juve e Inter avanti»

Pubblicato

su

Simon Kjaer racconta gli attimi terribili per il malore di Eriksen: ecco le dichiarazioni del difensore del Milan

Simon Kjaer, al Corriere della Sera, racconta gli attimi terribili ad Euro 2020 per il malore di Eriksen.

ERIKSEN – «Non sono un eroe, ho fatto solo quello che dovevo fare, senza pensarci, come avrebbe fatto chiunque altro. Era un giorno storico per tutti noi danesi, la prima partita dell’Europeo, in casa nostra. Poi è successo quello che è successo. Ho avuto la prontezza di restare lucido, come tutti i miei compagni. È stato un lavoro di squadra, avremmo fatto ovviamente lo stesso se fosse stato un avversario. Tutto qua. L’unica cosa che conta è che Christian ora stia bene. Solo quello è importante. L’ho fatto senza riflettere. L’istinto mi guidava e ho fatto quello che dovevo, automaticamente. Era la prima volta che mi succedeva, spero sia anche l’ultima».

SCUDETTO«Una squadra come il Milan ha il dovere di puntare al massimo solo così si cresce. Io non ho mai vinto un campionato e mi piacerebbe riuscirci col Milan. Sarebbe un sogno. Ma ci sono anche gli altri. La concorrenza è forte. Davanti a tutti vedo Inter e Juve».

LE PAROLE SU MILANNEWS24