LAVAGNA TATTICA – Come ha giocato Bernardeschi da mezzala

© foto www.imagephotoagency.it

Bernardeschi ha esordito da mezzala in Juve-Udinese. L’ex Fiorentina ha disputato una prestazione a due facce

Contro l’Udinese, abbiamo finalmente visto Bernardeschi giocare come mezzala, soluzione che si paventava da diverso tempo. La pochezza tecnica dell’avversario e l’andamento del match non consentono di dare giudizi molto significativi, tuttavia qualche spunto interessante è arrivato. Prima di tutto, l’azione che porta al rigore manifesta le caratteristiche del giocatore, con una conduzione che spacca in due l’Udinese.

Quando ha campo davanti a sé, Bernardeschi riesce ad essere efficace come nessun altro interno della Juve: è l’unico con simili doti nel cambio di passo e nei “break” sul lungo. Tuttavia, si sono visti vecchi difetti, che in un ruolo da mezzala potrebbero ancora essere più delicati. Non tanto l’imprecisione (ormai cronica) nell’ultimo passaggio, bensì le difficoltà nel controllo orientato. Un esempio nella slide sopra: riceve palla da De Ligt con un movimento a venire incontro, tuttavia controlla male il pallone, se la allunga e ha due avversari pronti ad approfittare del suo errore. Fortunatamente Aureliano fischia il fallo, ma poteva nascere una ripartenza pericolosissima. Da mezzala, Bernardeschi deve crescere in questi fondamentali, perché un pallone perso in certe zone del campo può dare il via a rischi enormi.