LAVAGNA TATTICA – Cosa ci si aspetta da Rabiot

juve rabiot
© foto www.imagephotoagency.it

Dal rendimento di Rabiot passerà molto della stagione della Juve. Pirlo spera che il francese sia quello del finale di stagione

La scorsa stagione di Rabiot è stata particolare. Dopo mesi molto negativi, in cui era parso in grande affanno, è stato uno dei migliori giocatori della Juve nella ripresa. Nello specifico, è parso dominante dal punto di vista fisico. In un calcio anomalo come quello post lockdown, in cui a livello generare non c’era grande brillantezza, il francese a tratti è sembrato incontenibile dal punto di vista fisico.

Le sue progressioni palla al piede seminavano il panico, con break degni di nota che davano imprevedibilità e potenza alla Juve. Spesso i bianconeri erano statici, ma gli inserimenti dell’ex PSG fornivano verticalità alla squadra. Rabiot aggrediva molto bene gli spazi, come per esempio in Juve-Lazio: le sue qualità senza palla erano fondamentali, davano profondità.

Uno dei suoi molti inserimenti.

Pirlo ha dichiarato che vuole una Juve che pressi in alto e che recuperi velocemente il pallone. Tutto ciò non sembra sposarsi bene con molti degli attuali giocatori bianconeri, che sembrano molto poco intensi in fase di non possesso. E’ quindi vitale che Rabiot si riveli il giocatore visto nell’ultima parte di stagione, proprio per dare alla Juve quella aggressività che sembra mancare ai propri giocatori. Soprattutto gli attaccanti.

Condividi