LAVAGNA TATTICA – Danilo si muove tanto e bene senza palla

Iscriviti
juve danilo
© foto www.imagephotoagency.it

In Juve-Milan, Danilo ha fatto tanti movimenti interessanti. Il brasiliano entra molto dentro al campo, a volte sembra una mezzala

Nei primi 35′ del match di venerdì, la Juve ha sfruttato benissimo l’ampiezza, costruendo tanto in fascia. A sinistra Douglas Costa e Alex Sandro hanno mostrato un’ottima intesa, andando diverse volte al cross da situazioni pericolose. A destra, Danilo ha interpretato in un altro modo il ruolo di terzino. Il brasiliano si distingue per tante sovrapposizioni interne: non si limita a coprire la fascia in verticale, ma anzi si stringe spesso, ricoprendo una posizione quasi da mezzala.

Una situazione tipica si vede nella slide sopra. Quando Danilo entra dentro al campo, Bentancur è sempre tempestivo a compensare il suo movimento, aprendosi sulla destra per non sguarnire la fascia.

Senza una prima punta di ruolo, la Juve contro il Milan ha dovuto cercare di occupare in modo diverso l’area di rigore. Oltre ai molti inserimenti di Matuidi, spesso era anche Danilo che si buttava dentro e aumentava la presenza offensiva. Nella slide in alto si vede una delle giocate più iconiche del match. Defilandosi, Ronaldo porta fuori posizione Romagnoli. Danilo è tempestivo ad attaccare lo spazio creatosi al centro dell’attacco: l’imprecisione del portoghese ha però vanificato l’azione.

Insomma, Danilo ha caratteristiche diverse da Cuadrado. Il colombiano tende a rimanere largo e ad occupare l’ampiezza, mentre l’ex Manchester City svaria maggiormente anche in orizzontale, in zone molto centrali del campo.

Condividi