LAVAGNA TATTICA – Dybala e il 433 atipico della Juve

juve dybala
© foto www.imagephotoagency.it

Dybala ha avuto grande libertà tattica in Juve-Brescia. Cuadrado doveva assorbire i movimenti del compagno

La Juve ha affrontato il Brescia con un 433 in cui Dybala e Cuadrado teoricamente partivano larghi. I due si invertivano spesso di posizione, con Sarri che a fine gara ha spiegato i compiti offensivi dei giocatori. La Joya, infatti, aveva una grande libertà tattica, con Cuadrado che si doveva adeguare ai suoi movimenti. Il colombiano aveva quindi compiti tattici non semplici, dovendo leggere sempre i movimenti del compagno.

In ogni caso, la Juve ha fatto tanta densità in mezzo, senza insistere tanto nello sfruttamento dell’ampiezza. Anche quando partiva in teoria da sinistra, Dybala finiva con lo stringersi molto tra le linee. Il lato forte della Juve era quello destro, con la squadra che collassava su quella zona del campo. Si vede nella slide sopra: Juve stretta in pochi metri, Joya dentro al campo (quasi da trequartista) e lato sinistro del campo sguarnito.

Condividi