Lavagna tattica Juve Roma: come Douglas Costa trasforma la squadra

Iscriviti
douglas-costa
© foto www.imagephotoagency.it

Con Douglas Costa in campo, la Juve attacca col 433 e difende col 442. I bianconeri coprono meglio il campo

Il gol di Ronaldo ha cambiato la partita, ed è arrivato paradossalmente nel miglior momento della Roma. Con Costa insieme alle due punte, quello della Juve è un ibrido tra il 433 e il 442 (quest’ultimo modulo si vede soprattutto senza palla, con Costa che agisce largo a destra). Verso metà di tempo, la Juve non pressava nel migliore dei modi, con Sarri che infatti era arrabbiato: non si accorciava bene, di conseguenza la Roma aveva troppi spazi tra le linee. Dopo il gol, la Juve ha invece dominato e ben punito gli scompensi avversari.

Ci sono tanti spunti tattici da questo match: uno di questi riguarda la fase difensiva. Il rombo è molto impegnativo da sostenere, soprattutto per quanto riguarda l’ampiezza: si è molto esposti nei cambi di gioco avversari. Lo si può sostenere solo se si riesce a mantenere un baricentro altro. Al contrario, e lo si è visto in alcune fasi del match, le due linee da 4 consentono di coprire meglio il campo e di poter anche permettersi a tratti un baricentro più basso. Insomma, se Douglas Costa sta bene, il 433 (che senza palla diventa 442) disegna molto meglio la squadra sul terreno di gioco, si vedono meno scompensi.

Condividi