LAVAGNA TATTICA – L’attenzione difensiva di Cuadrado

juve cuadrado
© foto www.imagephotoagency.it

Cuadrado ha mostrato grande disciplina difensiva in Bologna-Juve. Quando puntato, il colombiano se l’è cavata bene

A Bologna, la Juve non è riuscita a pressare in avanti il Bologna nel migliore dei modi. Tant’é che spesso Sarri si è lamentato dell’eccessiva distanza tra le punte (Dybala e Ronaldo) e la seconda linea dei bianconeri. I felsinei, che impostavano con una difesa a 3 (Tomiyasu restava bloccato) sono riusciti a consolidare piuttosto facilmente il possesso, con la Juve che quindi si disponeva con il 442 a un’altezza leggermente più arretrata.

.

Si vede nelle due slide. La Juve, in entrambi i casi, blocca il centro per impedire la verticalizzazione centrale per i trequarti del Bologna. In entrambi i casi, Denswil è quindi costretto ad aprire il gioco sugli esterni.

Anche in quei casi, la Juve ha però scivolato abbastanza bene in zona palla.  I padroni di casa hanno provato a sfondare in fascia puntando i terzini bianconeri, che però se la sono cavata bene. Anche nelle più elevate fasi di supremazia territoriale felsinea, bianconeri hanno ben coperto la propria trequarti con un 4-4-2 piuttosto ordinato, con le ali che raddoppiavano sempre in supporto dei terzini.

Nella slide sopra si vede il 4-4-2 juventino, molto compatto nello scivolare orizzontalmente. Va segnalata l’attenzione difensiva mantenuta da Cuadrado, che se l’è sempre cavata bene quando puntato dagli avversari. Ben 4 intercetti e 3 tackle per il colombiano, tra i migliori recuperatori di palloni della Juve. Quest’anno, ha mostrato un’evidente crescita difensiva, come visto anche a Bologna.

 

Condividi