LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Milan-Juve

mlan juve sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Il match contro il Milan è importantissimo per la Juve di Sarri. Occhio in particolare alle sovrapposizioni di Theo Hernandez

Nonostante il crollo nel finale, il Milan visto nel derby ha giocato un ottimo primo tempo che ha messo in crisi l’Inter. I rossoneri si sono difesi con un blocco medio che ha chiuso molto bene gli spazi centrali. La squadra di Conte ha trovato pochissime ricezioni tra le linee, con i difensori spesso costretti al lancio lungo. Bennacer e Kessié accorciavano infatti molto bene su Vecino e Barella, coi nerazzurri che faticavano a trovare le mezzali.

La Juve di Sarri ha sofferto molto il pressing dell’Hellas, con i centrocampisti che sono stati troppo piatti negli smarcamenti (di fatto mai trovati dalla squadra). Il giro palla dovrà quindi essere più rapido ed incisivo per trovare spazi tra le linee. Inoltre, al Bentegodi si sono viste le solite difficoltà nel coprire la palla, con gli avversari che hanno in continuazione effettuato cambi di gioco sul lato debole. La Juve dovrà quindi essere brava a difendere sulle sovrapposizioni di Theo Hernandez, una delle principali fonti creative della squadra.