Lavagna tattica Lione Juve: le difficoltà senza palla di Bonucci e Pjanic

pjanic-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Bonucci e Pjanic fotografano una Juve disastrosa senza palla. Il Lione ha impostato e attaccato con grande facilità

Poche cose da salvare nel disastroso primo tempo della Juve di Lione. Può ancora che la sterilità in avanti (tanta lentezza a smarcarsi ed aggredire la profondità), è preoccupante soprattutto la passività senza palla dei bianconeri. I padroni di casa hanno impostato e gestito il possesso con troppa facilità, la Juve era sempre in ritardo nel pressing e nell’accorciare.

Il Lione ha trovato i quinti con troppa facilità: i bianconeri erano lentissimi tanto nello scivolare orizzontalmente, quanto nel leggere le combinazioni sulle fasce. Si è molto sofferta la spinta di Cornet e Dubois, spesso trovati alle spalle dei terzini. Tra i molti insufficienti della squadra, Pjanic e Bonucci sono parsi quelli più in difficoltà. Oltre alla lentezza ed imprecisione nella gestione del possesso (soprattutto il bosniaco), hanno sofferto tanto difensivamente. Pjanic costantemente superato, mentre Bonucci in grande difficoltà nel contenere Dembele. Nella ripresa bisogna svoltare.

Condividi