LAVAGNA TATTICA – Lo step mentale che deve fare la Juve di Sarri

juve sarri
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve di Sarri deve essere più intensa e continua ne 90′. Le lacune sono più psicologiche che non fisiche, si è visto contro l’Inter

Il match contro l’Inter ha mostrato come molte lacune della Juve di Sarri siano mentali e non fisiche. Dopo il gol di Ramsey, infatti, la partita è cambiata drasticamente. Nei primi 50′, i bianconeri non erano riusciti a pressare bene in avanti, rinculando all’indietro e facendosi trovare lunghi.

Al contrario, dopo il vantaggio si è vista grande aggressività in tutte le situazioni di gioco: il primo pressing è migliorato molto, così come le transizioni. Quando si perdeva palla, i bianconeri riaggredivano bene, stroncando così il palleggio dell’Inter. Un esempio nella slide sopra: i nerazzurri non hanno soluzioni di passaggio, sono costretti a tornare indietro. I 3 difensori sono presi dai 3 attaccanti,  mentre Bentancur e Matuidi si occupano dei mediani (e i terzini accorciano bene sui quinti). Contro l’Inter c’è stato bisogno della scossa, ma serve che la Juve giochi sempre così. Si tratta semplicemente di maggiore convinzione nei propri mezzi, di credere in quello che dice l’allenatore.