LAVAGNA TATTICA – Pjanic e le difficoltà in mezzo al campo

© foto www.imagephotoagency.it

Pjanic ha sofferto molto il contesto fisico di Lokomotiv Mosca-Juventus. I bianconeri erano lunghi, con tanti spazi in ripartenza per gli avversari

La Lokomotiv Mosca ha messo parecchio in difficoltà la Juve, soprattutto dal punto di vista fisico. Quando si perdeva palla, i bianconeri erano disposti molto male, coi russi che ribaltavano velocemente l’azione approfittando della lunghezza dei rivali (Sarri ha detto che la squadra era troppo aperta sulle seconde palle).

La Juve ha patito il gioco diretto degli avversari, mostrando spesso pigrizia e scarsa reattività, sia nella riaggressione che nella difesa posizionale. Si era lenti negli scivolamenti laterali, con troppe situazioni di palla scoperta. Inoltre, i giocatori bianconeri si sono fatti dribblare con troppa facilità,  con molti break della Lokomotiv che hanno bucato le linee della Juve (un esempio nella slide sopra). Pjanic ha sofferto il contesto fisico della gara, visto che il bosniaco spesso era in inferiorità numerica in mezzo al campo e a disagio nei duelli individuali. L’ex Roma ha anche compiuto tanti errori tecnici non da lui. Insomma, la fase difensiva della Juve ha funzionato molto poco, con un Pjanic nel complesso negativo.