Marcello Lippi punta Juve-Napoli: «Impossibile fare pronostici»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore della Juventus Marcello Lippi ha parlato del big match di sabato sera. E ha parlato anche di Ronaldo

Marcello Lippi ha parlato del big match di domani Juventus-Napoli ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco i suoi pensieri su una partita che potrebbe già indirizzare la corsa Scudetto: «La Juve ha cambiato poco, a parte l’arrivo clamoroso di CR7 rispetto allo scorso campionato. Il Napoli è lo stesso ma con un allenatore nuovo. E il cambio si sente. In due mesi Ancelotti ha fatto un lavoro intelligente, unico. Ha mantenuto tutte le qualità della gestione precedente di Sarri, ma aggiunto la sua cultu­ra, l’esperienza, la varietà tec­nico­t-attica, la psicologia. Il Na­ poli è forte come prima, però gioca con due­-tre sistemi diver­si ed è più imprevedibile. Allegri? Allegri comincia a essere tra i numeri uno: la sua crescita è stata pari a quella della Juve. Fino a qualche anno fa dicevo che in Europa c’erano due­tre squadre, Real, Barça, Bayern, irraggiungibili, e la Ju­ve tra le inseguitrici. Ronaldo? Ronaldo non toglie niente. Ag­giunge e basta. Forza, abitudi­ne alla vittoria, gol che nessuno segna come lui. Un fenomeno alla cui grandezza ha contribui­to Zidane con la gestione intel­ligentissima negli ultimi tre an­ni: Ronaldo si è preservato e ha sempre dato il massimo. Allegri farà lo stesso, devono solo co­noscersi bene. Gli altri? Emre Can è for­te forte: fisica­ mente, in inter­dizione, in impostazione. Ber­nardeschi è cresciuto come pochi perché è un ragazzo intelligente: lo vedi da come parla­. Come finirà Juve-Napoli? Impossibile dirlo. La Juve non mi ha sorpreso, il Napoli un po’ sì, ma può succedere di tutto. Certo, pochi giorni dopo, la partita di Ancelotti in Cham­pions è più complicata»

Articolo precedente
Marotta ParaticiMarotta chiama Preziosi: Juve in pole per bomber Piatek
Prossimo articolo
ronaldo dybalaDybala sta con Allegri: «La concorrenza ci fa bene». E su Ronaldo…