Connettiti con noi

Hanno Detto

Locatelli: «Perdere è stato un dispiacere. Sono stati determinanti gli episodi»

Pubblicato

su

Manuel Locatelli, centrocampista della Juve e dell’Italia, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dal ko con la Spagna

Intervenuto in conferenza stampa a due giorni dalla sconfitta con la Spagna, Manuel Locatelli ha rilasciato queste dichiarazioni.

SCONFITTA IN SEMIFINALE«Perdere è stato un dispiacere. La Nations League è una competizione che avremmo voluto vincere… Ora serve una vittoria, anche per il ranking». 

DONNARUMMA«È tranquillo, l’abbiamo abbracciato».

SPAGNA – «Sono forti, hanno questa idea di gioco già dal settore giovanile. Avremmo potuto dire la nostra perché siamo forti anche noi se la gara si fosse messa diversamente».

PREZZI ALTI PER I TIFOSI«I tifosi vogliono tornare allo stadio per cui è giusto andare incontro alle loro esigenze».

ANALISI DEL KO«Giocano così da tanto tempo, l’abbiamo studiata bene ma sono stati determinanti gli episodi. È stata una prova di cuore e carattere».

TONALI«Giocarci insieme? È bravo, gli auguro il meglio. Abbiamo caratteristiche diverse, potremmo giocare insieme ma questo lo decide Mancini».

FORZA MENTALE PER FARE IL SALTO DI QUALITA’ – «Credo di sì, perché alcune cose puoi farle solo se stai bene di testa. Sono più maturo rispetto a qualche anno fa, l’Europeo mi ha aiutato e alla Juve ricevo tanti consigli, soprattutto dai senatori e dal mister».

JUVE – «È stato il coronamento di un sogno e l’inizio di un percorso nuovo. Questa estate l’ho cercata tanto e volevo solo loro. Una gara persa, tornando alla Nazionale, non deve farci perdere le certezze, siamo forti in ogni reparto, il gruppo c’è e siamo sereni».

CAMPIONATO – «Noi non siamo partiti benissimo ma ora siamo in ripresa e abbiamo un mister che sa cosa dobbiamo fare. E’ un campionato equilibrato, il Napoli è partito benissimo ma c’è anche l’Inter campione e il Milan che sta facendo molto bene. È bello così».