Marchisio: «Dopo l’infortunio non sono più stato lo stesso»

Iscriviti
marchisio
© foto www.imagephotoagency.it

Marchisio: «Dopo l’infortunio non sono più stato lo stesso». Le parole dell’ex centrocampista della Juventus

In una bella intervista a La Gazzetta dello Sport Claudio Marchisio ha parlato anche del grave infortunio (la rottura del legamento crociato nella stagione 2015/16) che ne ha condizionato la carriera.

Di seguito le sue dichiarazioni: «Finché non lo provi non puoi capire che cosa sia, avere un infortunio di quell’entità. Dopo mi è cambiato il modo di correre, di muovermi, la reattività. Il cervello ti certifica che non sei più lo stesso. Non vuol dire che non puoi ritornare ad alti livelli, perché tanti giocatori ci riescono. Però ti cambia tanto, a cominciare dalla costituzione fisica: per mantenere il ginocchio più forte sono aumentato di peso soprattutto nelle gambe, quindi l’agilità che avevo prima non l’avevo più. Ho cambiato ruolo, modo di correre. È stata una giornata che non potrò mai dimenticare: il campionato era praticamente vinto e io mi stavo già preparando all’Europeo. Conte aveva rigenerato la Nazionale e infatti facemmo bene. In quei secondi, quando cadi per terra, più che al dolore pensi già al dopo. Il calciatore vive la vita programmata tutti i giorni, segue determinati orari, determinati programmi e tu in quel momento capisci che tutto cambierà. Sarebbe stata la mia ultima competizione internazionale. Non lo è stata. Sono momenti duri. Solo la famiglia può aiutarti a uscirne».

Condividi