Marchisio: «Non giocherò in Italia. Offerta Suning? Troppo vicino all’Inter»

© foto Mg Torino 22/10/2018 - campionato di calcio serie A / Juventus-Roma / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Claudio Marchisio-Cristiano Ronaldo

Marchisio: «Non giocherò in Italia. Offerta Suning? Troppo vicino all’Inter». Le parole dell’ex centrocampista bianconero

Claudio Marchisio è stato intervistato da Sky Sport.

CONDIZIONI – «È un’estate diversa, per la prima volta non ho iniziato il ritiro con la squadra. Ho bisogno di un tempo di riabilitazione e ormai siamo quasi alla fine. Dopo tanto tempo in gruppo c’è bisogno di staccare un po’. Quando sono solo riesco a tirare fuori tante energie per ricominciare».

ZENIT – «Facendo questa operazione avrei perso mesi preziosi in campionato, per questo ci siamo lasciati. Auguro il meglio alla squadra e ai tifosi per questa stagione che verrà. Sicuramente passano gli anni e il fisico cambia, questo aiuta a rinforzare lo stato d’animo e ti sprona a spingere oltre i limiti».

FUTURO – «Sicuramente voglio continuare. Siamo quasi alla fine di questa riabilitazione, vediamo poi cosa succederà. I contatti con Suning per andare in Cina? C’è stato un interessamento, ma non contatti veri e propri. Voglio vedere i progetti che mi proporranno. Ringrazio per l’affetto dei tifosi che mi volevano al Brescia, ma sono coerente come lo sono stato in passato. Mai più in Italia dopo aver indossato la maglia della Juve, in questo sono coerente. Se accetterò altre squadre sarà sicuramente all’estero. Suning società vicina all’Inter? Sicuramente questa vicinanza ai nerazzurri ha inciso nella mia scelta di non accettare la squadra. Ho ricevuto tanti messaggi di giocatori che mi volevano nella loro squadra, ma voglio restare coerente e non accettare altri club italiani».

GIAPPONE E ARABIA –  «Ho sempre cercato di vedere cosa c’è dietro a un’offerta, non solo la città ma anche il progetto».

JUVE FAVORITA – «La Juventus è sempre la favorita. Lo dimostra anche il cambio di allenatore, Sarri ha dimostrato di fare bene all’estero. Starà cercando di capire il mondo Juventus, i giocatori dovranno conoscerlo e sicuramente farà bene».

INTER – «È un campanello per la Juventus, vuol dire che ci sono altre squadre che vogliono lottare per lo Scudetto. Tornare alla Juventus come Bonucci e Buffon? Non ci ho pensato, ho preso la mia decisione ormai un anno fa e non torno indietro. Era il momento giusto per andare via».

RITORNO ALLA JUVE – «Ci ho mai pensato? No, perché ho preso la mia decisione un anno fa ed era arrivato il momento giusto».