MARTUSCIELLO: «De Ligt straordinario, nella ripresa calo fisico» – VIDEO

Martusciello: il vice allenatore della Juventus commenta la rocambolesca vittoria contro il Napoli. Ecco le sue parole

(dal nostro inviato) – Giovanni Martusciello ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la partita vinta, in modo rocambolesco con autogol di Koulibaly, contro il Napoli. Ecco le sue parole:

CALO FISICO O PSICOLOGICO – «Diciamo entrambe le cose. Chiaramente il calo fisico è stato importante, chiaramente giocavi contro una squadra forte quale è il Napoli, dove il palleggio per qualità individuale è superiore alla media del campionato italiano e ci hanno messo in difficoltà ma c’è da risaltare quell’ora di gioco in cui si poteva concretizzare qualche situazione in più. Dopo il 3-0, complice anche la condizione precaria, anche un qualcosa di mentale, perchè si possono prendere gol in qualsiasi circostanza, ma sul 3-0 chiaramente hai la pancia piena, forse ragioni in maniera sbagliata e concedi a giocatori di questa portata di farti male».

PARTITA – «Risalterei la grandissima prima ora, poi ha inciso un pochino tutto nel secondo tempo, La condizione che sei passato con 3 gol avanti, pensavi che non avresti preso gol e poi per qualsiasi motivo arriva, lì un po’ di paura ha fatto il tutto. E’ chiaro che mi trovo da un mese qui e dalle amichevoli ad oggi, una cosa che mi ha colpito in maniera forte, è che questo è un gruppo che non molla mai, anzi, nelle difficoltà tira sempre fuori qualcosa di più e di diverso e anche stasera l’ha confermato».

GIOCO – «Un po’ tutti, perchè inizialmente si aveva un’idea di questo gruppo basata sul difendere basso e poi magari colpire in contropiede, anche avendo palleggio. Però un conto è se il palleggio lo fai nella metà campo avversaria, un conto è se lo fai nella tua metà campo, c’è molta più strada per andare su, anche se il primo gol è venuto da una ripartenza veloce. Quello che sta passando è di andare a difendere andando in avanti. Non è una cosa che si può acchiappare in un mese. Abbiamo lavorato sulle caratteristiche di qualche giocatore che ci ha colpito, soprattutto Pjanic che fa tutto ciò che gli chiedi».

TURNOVER – «La qualità qui è molto alta, useremo tantissimi giocatori, tenendo in testa l’identità della squadra. Ogni cambiamento sarà mirato e con tante partite da giocare, c’è la necessità di sfruttare tutta la rosa».

DE LIGT – «De Ligt è ancora un po’ dietro, è un ragazzo che viene da una squadra differente e viene in un nuovo campionato, difficile come quello italiano, ha fatto un’ora molto buona ma poi è venuto meno a livello di condizione e ha commesso qualche errore che ci è costato caro. È un giocatore di altissimo livello, Chiellini ha avuto questo problema e lui non l’ha fatto rimpiangere».

SARRI – «Dice che voi giornalisti siete contenti dei sette gol, ma lui non lo è. Ha detto che avrebbe voluto vincere 4-0».

Martusciello ha poi parlato in zona mista. Ecco le parole raccolte dal nostro inviato:

«Sarri prima della partita era un po’ nervoso, normale perchè affrontava una squadra nella quale ha fatto la storia, ed un popolo che lo amava. Dopo la partita era felice. De Ligt? L’ho visto benissimo, finchè ha retto fisicamente, un po’ come tutta la squadra».