Mihajlovic: «Alla pari con la Juve, a tratti superiori»

© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha parlato al termine del match di ritorno giocato tra i felsinei e la Juventus

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha parlato ai microfoni di Sky al termine del match giocato tra i rossoblù e la Juventus. Il tecnico dei felsinei ha analizzato la prestazione dei suoi giocatori.

MATCH «Abbiamo fatto un’ottima gara perchè siamo stati sotto tutti i punti di vista alla pari ed in certi momenti superiori alla Juve. Quando sono arrivato la squadra è cambiata nello spirito e nel gioco. Non importa l’avversario, noi proviamo sempre a imporre il nostro gioco. Ora giocheremo con squadre al nostro livello e dovremo mantenere questa rabbia e questi ritmi, come abbiamo fatto con Roma, Inter e Juve…in questo modo avremo molte chance di vincere. Se giochiamo così sono convinto che ci salveremo».

MEGLIO DELLA JUVE – «Oggi abbiamo fatto 15 tiri in porta e solo due volte abbiamo preso la porta. Stiamo lavorando sulla cattiveria sotto porta e miglioreremo su quello. Siamo comunque già migliorati in molte altre cose. Crediamo in quello che stiamo facendo e cerchiamo di fare sempre meglio. Ci dispiace per come sono andate queste ultime due partite, ma se giochiamo con questa mentalità contro squadre al nostro livello abbiamo molte possibilità di vincere e ci salveremo. Se abbiamo dimostrato di essere alla pari e superiori con squadre molto più forti di noi, quelle al nostro pari possiamo batterle sicuramente».

BOLOGNA – «Ho accettato di venire al Bologna perchè ero convinto di poterlo salvare e giorno dopo giorno sono sempre più convinto di questo. I ragazzi mi stanno seguendo, sono sereno e siamo sulla strada giusta. La rabbia che abbiamo per queste ultime due partite si sente ma dobbiamo avere la consapevolezza che giocando così ce la possiamo fare. Se i ragazzi concludono la partita stremati e dando tutto e con l’applauso del pubblico allora avremo vinto. Sono buono con i buoni e cattivo con i cattivi».