Nedved: «Ronaldo non è umano. Vogliamo fare meglio di Madrid»

Pavel Nedved
© foto Massimo Pinca

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, ha parlato nel prepartita dell’andata del match di Champions contro l’Ajax

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, ha parlato ai microfoni di Juventus Tv nel prepartita dell’andata del quarto di finale di Champions League tra bianconeri ed Ajax. Il Pallone d’Oro ceco ha introdotto il match della Johan Cruijff Arena.

LA PARTITA – «È una bella partita di Champions, è sempre una gioia vedere queste partite. L’Ajax è una squadra che concede ma è molto pericolosa quando attacca. Sarà una partita aperta»

COSA SI ASPETTA – « Siamo consapevoli della nostra forza, vogliamo sicuramente fare meglio della trasferta di Madrid. Vorrei vedere la squadra compatta che ho visto contro l’Atletico in casa».

GOL ALL’AJAX – «Sì me lo ricordo. Anche il risultato di quella partita andrebbe bene»

Nedved, poi, è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport. Di seguito riportate le sue parole.

L’EMOZIONE – «È bello vivere queste partite. Siamo in grande attesa, speriamo di fare meglio di Madrid».

IL RECUPERO DI RONALDO – «Noi eravamo più cauti e più preoccupati di pensare che non ce l’avrebbe fatta. Lui non è umano, voleva esserci e ce l’ha fatta. Ha lavorato tantissimo è un grande professionista».

L’ASSENZA DI CHIELLINI – «Soprattutto per la stagione che sta facendo. È la sua miglior stagione, però, abbiamo altri giocatori stasera che si faranno valere come Bonucci e Rugani».

LA MENTALITA’ DI RONALDO – «Lui vive di calcio ogni giorno. Si prepara in maniera maniacale e questi sono i risultati».

GLI ERRORI DI MADRID – «Vogliamo fare meglio di Madrid. Sappiamo che l’Ajax crea tantissimo ma ti concede tanto per cui vogliamo un risultato positivo».

BERNARDESCHI – «Mi aspetto ancora miglioramenti da lui. Ha già fatto passi da gigante, dentro e fuori dal campo. Lui ce l’ha dentro, può migliorare ancora».

IL GRIDO DI BATTAGLIA – «Andiamo avanti. Bisogna vedere cosa si potrà fare stasera. È bellissimo vivere queste partite e queste emozoni».