Paolo Brosio: «Entusiasta di Pirlo, mentre Sarri non era da Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Brosio, giornalista e tifoso della Juve, commenta l’arrivo di Andrea Pirlo sulla panchina bianconera. Le sue parole

In occasione del Galà del Mattone a Forte dei Marmi, Paolo Brosio è stato intervistato da Tmw. Le sue parole sulla Juve e sul nuovo tecnico, Andrea Pirlo.

«Io sono entusiasta di Pirlo perché è un campione e un amico, mi ha anche aiutato per l’associazione e gli auguro ogni bene possibile. Ero contrario a Sarri perché sono stato il primo a dire che quella situazione non andava bene perché non era un uomo da Juventus. È un allenatore bravissimo che ha avuto risultati importanti, però non è un allenatore da Juventus e quando vai nella Juventus devi adattare il tuo gioco ai giocatori che hai, non puoi imporre le tue idee, che sennò ti metti contro i senatori della squadra, quelli che ha fatto vincere la Juve tante coppe, tanti campionati. Bisogna cercare di adattarsi e Sarri non si è mai adattato anche se negli ultimi tempi dicevano che si era adattato, secondo me no e i giocatori non lo seguivano più, questa è la verità. Gli auguro ogni bene ma non era un allenatore per la Juve».

Condividi